Facile previsione: sanno che sono definitivamente finiti e la tireranno fino all'untimo giorno, o meglio fino all'ultimo centesimo disponibile...

Firenze
09:30 del 09/03/2017
Scritto da Luca

Facile previsione: sanno che sono definitivamente finiti e la tireranno fino all'untimo giorno, o meglio fino all'ultimo centesimo disponibile... In ogni caso facciano pure, anche perchè nessuno glielo potrà impedire, tantomeno il Pr. della Rep. che ha dimostrato essere un componente emerito della casta. Detto ciò, stiano sereni. Se si andrà a votare a maggio del 2018 nemmeno Salvini e Meloni si salverebbero perchè i 5 stelle arriveranno ad oltre il 50%...

È questa la nuova data su cui si ragiona in Parlamento, quella che non dispiacerebbe né alle forze governative, né alle opposizioni. Parlamentari di diversi partiti portano varie ragioni a sostegno delle urne primaverili.


La prima - in ottica Pd - è che ormai è maturata la certezza che sarà il governo Gentiloni a fare la Legge di Stabilità. Trattandosi di misure che certo non faranno sorridere gli italiani e le loro tasche, stemperarne nel tempo l'effetto negativo risulterebbe sicuramente cosa gradita. Il secondo aspetto è quello meteorologico. Votare in primavera favorirebbe, infatti, l'accesso ai seggi elettorali anche nei paesi di montagna. Il terzo elemento è la possibilità di accorpare le Politiche con le elezioni regionali previste nel 2018 (si vota in Lombardia, Lazio, Molise, Basilicata oltre alle regioni autonome Friuli, Trentino e Val d'Aosta). Se non si vuole costringere il Paese a una campagna elettorale permanente, ragionano a Montecitorio, l'election day potrebbe essere una soluzione ragionevole, oltretutto con un forte risparmio per le casse dello Stato. Inoltre, spiegano, votare in soluzione unica semplificherebbe il quadro di alleanze e candidature.

Naturalmente bisognerà capire cosa ne pensa Sergio Mattarella. Per votare in primavera il Capo dello Stato dovrebbe portare la legislatura fino alla sua scadenza naturale. La Costituzione stabilisce che Camera e Senato abbiano una durata di cinque anni dalla data della loro prima riunione, terminata la quale è necessario tornare a votare, entro 70 giorni dalla fine della legislatura.


Articolo letto: 420 volte
Categorie: , Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi del governo Gentiloni?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

09/03/2017 16:26:37
Dispiace dire ma per le fregature che abbiamo avuto da voi politici . Non credo che gli italiani verano a votare caro Gentiloni .
6

Gofreddo

09/03/2017 10:39:35
Tutti vogliono andare a votare l'anno prossimo, nessuno escluso. Tutta la discussione è solo un gioco delle parti, una disgustosa sceneggiata
6

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook