Vladimir Putin: quando un uomo fa gli interessi della sua nazione | L'analisi di Italianosveglia

Firenze
12:20 del 05/12/2014
Scritto da Gerardo

Vladimir Putin: un uomo, mille contraddizioni. Da una parte la popolazione russa che tanto lo ama, dall’altra gli stati d’occidente che tanto lo degradano. Ma qual è la verità? In 13 anni ha aumentato il PIL da 300 a 2500 miliardi di dollari, sono triplicate le auto, è quadruplicato lo stipendio dei cittadini, gli utenti internet sono 80 milioni. Allora perché ci nascondono questi dati?

Lo chiamano tiranno, ma forse non conoscono nemmeno il significato della parola. Un tiranno come Obama e Hu Jintao, quello si, ma è normale: come pensate di mantenere saldo un impero (che sia russo, usa, cinese) con una finanza, un esercito, una Politica che comanda il mondo, senza mano pesante, il paese crollerebbe il giorno dopo, Berlusconi non era tiranno era un semplice incompetente, ma la tirannia è ben altra cosa, e l'amicizia Berlusconi-Putin era data dal gas che la Russia ci mandava (senza prendere parti, sia chiaro).

Putin è stato bravissimo a risollevare la Russia che dopo la caduta del muro era crollata sia economicamente che socialmente, tutti i servizi che erano in mano allo stato erano di nessuno Putin fu un grande ufficiale dell'aereonautica e il carattere assunto sotto le armi lo riutilizzò alla guida del paese.Diede inizio attraverso alcune riforme al boom economico di inizio millennio, ha reso pubblici tutti i servizi, è stato abile nel contrastare il terrorismo interno a Mosca e in Cecenia disperdendo l'esercito ovunque. Ha creato un patriottismo intorno alla Russia mai visto prima, riuscendo a tenere unite sotto il nome Russia decine e decine di etnie e popoli che vivono in quello sterminato paese, l'ha fatto emanando leggi più o meno discutibili per difendere i valori nazionalisti.

Ha definito alcune regole per la libertà di informazione, ha istituito nell'ambiente scolastico uno studio approfondito della storia e della cultura russa tra le materie. Non è riuscito, però, a eliminare l'alto tasso di criminalità e corruzione che riguardano il paese. Nel 2008 attaccò la Georgia per impossessarsi di pozzi petroliferi. E' stato bravo anche nel far tornare alleati russi alcune nazioni che dopo l'89 si erano staccate da mosca, come Bielorussia, Ucraina, Uzbekistan, Turkmenistan. L'azione più importante nell'ultimo periodo è stato il giusto stop che insieme alla Cina ha impedito l'invasione siriana da parte degli americani e inglesi.  Nel 2012 è stato eletto a furor di popolo su percentuali intorno al 60-70 %.

Insomma Vladimir Putin, è chiaro, non è un santo, ma nemmeno un diavolo. Il capo russo, infatti, fa semplicemente gli interessi della propria nazione (denigrando le altre). Si può essere simpatizzanti o non, ma i dati sopra riportati sono indiscutibili.


Articolo letto: 1552 volte
Categorie: Denunce, Editoria, Lavoro, Politica, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Vladimir Putin - Russia - Putin -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook