La violenza della polizia. Facciamo chiarezza su quest’odio degli italiani verso le autorità

Modena
10:21 del 20/02/2015
Scritto da Gerardo

Quante volte abbiamo assistito allo sgomento degli italiani che assistono alle scene di violenza da parte delle forze dell’ordine? Bisogna specificare che seduti su una scrivania e razionalmente possiamo discutere e criticare le forze dell'ordine quanto ci pare, ma conosciamo realmente ciò che si vive in determinate circostanze? Il nostro pensiero e le nostre critiche sono realmente giuste? In quelle circostanze dove vediamo episodi cruenti di cariche della polizia, vi possiamo assicurare che le forze dell'ordine, prima di arrivare al quel punto subiscono spesso sputi, uova, insulti, vernice, e fino qui dicono che bisogna sopportare, ma quando incominciano a subire il lancio di oggetti pericolosi, o i Manifestanti tendono a varcare una soglia off limits, allora un funzionario della polizia è legittimato ad ordinare una carica repressiva.

Credete che tutti i funzionari hanno questo coraggio? Certamente no! Perchè delle conseguenze delle azioni degli uomini che gestisce, se violente e improprie ne dovrà rispondere come indagato o testimone in un processo. Le conseguenze sapete quali sono? Che quei poliziotti e carabinieri spesso si prendono pure il lancio di oggetti molto pericolosi, e sapete in quanti si fanno male e non si dice? In questo contesto psicologico di massa, nonostante un eccellente addestramento, le volte in cui avvengono degli scontri può capitare che l'adrenalina porti qualcuno ad esagerare e commettere un azione razionalmente condannabile.

Quel determinato poliziotto che aggredirà un civile vi assicuriamo che se identificato da una telecamera, da un superiore, dal funzionario, o da un suo collega stesso paga le conseguenze della sua azione, proprio perchè facilmente individuabile. Un esempio: se noi andiamo allo stadio da civile e al nostro fianco un ragazzo è travisato cosa possiamo analizzare? In primis non lo conosciamo, secondo potremmo rischiare per colpa di qualche suo gesto stupido di prenderci una manganellata senza colpe, noi siamo le vittime, il carnefice chi è il poliziotto o quel ragazzo? Conseguenze? Quel ragazzo potrà continuare a nascondersi sempre dietro le vittime, tanto rimane sempre il signor nessuno, e può continuare a fare ciò che gli pare.

AI poliziotto invece probabilmente un giorno metteranno un bel numero sui loro caschi, e allora quel giorno vedremo tanti poveri eroi che guadagno poco più di 1300€ al mese farsi pestare perchè non potrebbero pagare i danni da loro potenzialmente causati. A loro chi li paga? lo Stato?


Articolo letto: 1385 volte
Categorie: Sociale


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi della violenza della polizia?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Maria

20/02/2015 10:24:15
Vi dico solo che la mia opinione sulla polizia è molto diversa a secondo del contesto in cui ci ho a che fare...
da manifestante accanita, la mia opinione non può che essere negativa: ho assistito a parecchie porcate e uno dei fermati per il G8 è un mio amico di infanzia, fermato ingiustamente (tra l'altro) come ha dimostrato la sentenza definitiva...
5

Alberto

20/02/2015 10:24:04
Ho visto Acab. Un po eccessivo...non rappresenta di certo la realtà quotidiana della Polizia: aggressioni con i superiori/funzionari, spedizioni punitive ecc non costituiscono di certo la prassi di questa istituzione come di tutte le forze armate e di polizia...tuttavia è un inizio per cercare di sensibilizzare l'opinione pubblica nei confronti degli agenti di polizia, specificatamente dei reparti mobili e fare un po capire i sacrifici e le frustrazioni che sopportano ogni giorno.
6

Ricerche correlate

Violenza polizia - polizia - carabinieri - g8 -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook