Viaggi, ecco una nuova tassa per le citta’ metropolitane! Il presidente dell'Anci, Piero Fassino, sta preparando una sorpresona nell'uovo di Pasqua dei viaggiatori italiani

Palermo
11:45 del 23/03/2015
Scritto da Gerardo

Il presidente dell'Anci, Piero Fassino, sta preparando una sorpresona nell'uovo di Pasqua dei viaggiatori italiani. L'associazione dei Comuni ha inserito nella bozza di decreto enti locali proposta al governo una tassa da far pagare a chi si imbarca su aerei e navi delle principali città italiane. Un balzello da 2 euro per passeggero che servirà a finanziare le costituende città metropolitane, già con i bilanci inguaiati dai debiti ereditati dalle province di cui hanno preso il posto.

Come funziona - Chi viaggia in aereo troverà la tassa applicata nei diritti di imbarco, quindi riscossa dai gestori dei servizi aeroportuali. La sostanza cambia poco per chi si sbarca dalle navi, la differenza sta solo nel fatto che a riscuotere il balzello saranno le compagnie di navigazione. In entrambi i casi il sovraprezzo graverà sui biglietti, quindi a sborsare sarà l'inconsapevole turista che arriva nella grande città. Esclusi per il momento, scive Italia Oggi, i residenti, i lavoratori e i pendolari.

Dove - Rientrano tra le destinazioni tassabili anche le città metropolitane istituite nelle regioni a statuto speciale. All'elenco già nutrito con Roma, Napoli, Milano, Torino, Bari, Firenze, Bologna, Genova, Venezia e Reggio Calabria, si vanno ad aggiungere Cagliari, Messina, Palermo e Catania


Articolo letto: 840 volte
Categorie: Economia, Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi di quest'ennesima nuova tassa?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Barbara

24/03/2015 08:06:49
Parto da Milano con scalo a Fiumicino, devo pagare due volte visto che risiedo a Como? OK, la prossima volta parto da Zurigo allora che a conti fatti [soprattutto la certezza di partire ed arrivare] conviene.
4

Fabio

23/03/2015 13:43:12
Io metterei anche una tassa su chi in ferie non ci va... direi una decina di euro l'anno, così imparano a non far girare l'economia
6

Noemi

23/03/2015 12:13:44
Vorremmo conoscere il nome di quello scienziato ministeriale che ha scoperto un nuovo metodo per mettere le mani ancora una volta nelle tasche degli italiani. La vergogna ormai non tacco nessuno dei vertici che i poveri italiano illusi hanno eletto. Quando finirà tutto questo? Dovrà a mio parere scorrere il sangue per cambiare l'Italia.
4

Ricerche correlate

Viaggi - Tasse - Crisi - Crisi economica - Politica - Economia - Lavoro -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook