Venite a Roma per le chiese, o per i quartieri a luci rosse? Ecco la denuncia del Washington Post

Roma
12:00 del 11/03/2015
Scritto da Gerardo

«Venite a Roma per le chiese, le rovine e...il quartiere a luci rosse?». Il piano del Campidoglio per creare una «zona di tolleranza» delle lucciole all’Eur approda oggi sul Washington Post. Dopo le polemiche scatenate dalla proposta del presidente del IX Municipio di Roma Andrea Santorodi confinare le lucciole in una zona protetta e lontana dalle abitazioni dei residenti.

«Città eterna e professione più antica».

«La Città eterna si scontra con la professione più antica del mondo e le scintille volano», scrive il quotidiano della capitale americana secondo cui «in una città di peccatori quanto di santi» il piano sta incontrando le forti resistenze della Chiesa Cattolica, del governo Renzi e delle stesse prostitute. «Col risultato - ironizza il giornale - di collegare il sipario su un’opera molto italiana centrata su un piano i cui critici definiscono il classico tentativo di spazzare il “peccato” sotto il tappeto». Il Washington Post raccoglie pareri pro e contro l’iniziativa tra cui il sindaco Ignazio Marino secondo cui «un piano imperfetto è meglio di niente» per poi concludere che «lo scontro creato dal progetto sta portando in superficie l’ interrogativo scomodo della prostituzione dilagante in un paese che ha una incredibile difficoltà a parlare di sesso, a dispetto dell’essere la patria di una certa vena di machismo».


«L’ipocrisia romana»

Tra i pareri registrati dall’autorevole quotidiano americano quello della scrittrice Eva Cantarella, autrice di libri sull’antica Roma: «Questa è l’ennesima ipocrisia della Capitale. Ma se tu chiedi a un uomo italiano ti dirà “è orribile”, ma intanto gli affari del racket sono più che floridi».


Articolo letto: 1864 volte
Categorie: Cultura, Curiosità, Sociale


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi della prostituzione a Roma?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Nicola

11/03/2015 12:03:17
Io vivo a Roma e mi vergogno di questa situazione qui. Siamo la prima città europea di prostituzione dove girano nigeriane, albanesi e libanesi senza pudore. Non è che sono contrario, ma legalizziamola no? Almeno la pulizia ci sarà!
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook