Barack Obama è il perfetto normotipo del politico radical-chic occidentale: arrogante, senza scrupoli, vendicativo, lesto ad agire senza riflettere, supponente, ignorante, totalmente privo di buon senso.

Torino
12:00 del 30/12/2016
Scritto da Luca

Barack Obama è il perfetto normotipo del politico radical-chic occidentale: arrogante, senza scrupoli, vendicativo, lesto ad agire senza riflettere, supponente, ignorante, totalmente privo di buon senso. La sua compare, se possibile, avrebbe fatto pure peggio. Grazie al Cielo l' abbiamo scampata bella.

Obama e la leadership sinistroide statunitense che rappresenta stanno facendo di tutto per lasciare a Trump e alla maggior parte degli americani che rappresenta una pessima eredità. Daltronde Obama è un premio nobel della pace hahahaha, perfettamente in linea con l'ipocrisia buonista e pacifinta della sinistracattocomunista,che dilaga e domina anche in Europa occidentale.

Dopo mesi di accuse, smentite e ritorsioni, il caso delle presunte influenze di hacker russi sulle elezioni americane esplode tra Natale e Capodanno. A poche settimane dall’insediamento del presidente eletto Donald Trump, è Barack Obama che ha deciso di espellere 35 funzionari di Mosca dagli Stati UnitiDmitri Medvedev ha espresso rammarico per la decisione di Obama. “E ‘un peccato che l’amministrazione Obama, che ha iniziato il suo mandato con il ripristino della cooperazione con la Russia si stia concludendo con un’agonia anti-russa. RIP”, ha scritto il primo ministro su Twitter. La risposta della Russia non si è fatta attendere. Le autorità hanno chiuso una scuola anglo-americana di Mosca, frequentata anche da bambini del personale d’ambasciata britannico e canadese, ma anche da ragazzi di altre nazionalità.


In giornata ha preso la parola, con cautela, Donald Trump, avvisato dalla Casa Bianca prima delle sanzioni: il presidente eletto ha ribadito la propria linea che si discosta da quella dell’amministrazione Obama: “E’ tempo per il nostro Paese di procedere verso cose migliori e più grandi”. Trump ha comunque annunciato che “nell’interesse del nostro Paese e del suo grande popolo, la prossima settimana incontrerò i leader dell’intelligence per essere aggiornato sui fatti di questa situazione”. Una posizione prudente, diversa da quella dei leader del partito repubblicano che non solo hanno appoggiato le misure prese da Obama, ma ne vorrebbero di più severe.

Da parte sua la Casa Bianca è convinta delle azioni intraprese finora. Anzi, come precisa un alto dirigente di Washington, “abbiamo tutte le indicazioni che (i russi, ndr) continueranno ad interferire nelle elezioni democratiche di altri Paesi, inclusi alcuni del nostri alleati europei”. Tra i destinatari delle sanzioni Usa per gli hackeraggi di Mosca il Tesoro inserirà due cittadini russi, Evgeniy Bogachev e Aleksey Belan, entrambi ritenuti noti cyber criminali responsabili di intrusioni nel sistema finanziario internazionale, anche ai danni di compagnie americane. Lo ha detto un alto dirigente della Casa Bianca in una press call. Bogachev e alcuni suoi complici sono considerati responsabili di aver rubato oltre 100 milioni di dollari a istituzioni Usa, Belan di aver compromesso e sottratto i dati di almeno tre importanti società e-commerce.


Ovviamente la Russia non resta a guardare e, oltre alla chiusura della scuola anglo-americana di Mosca, intraprenderà altre contromisure. Questo venerdì “ci saranno dichiarazioni ufficiali, contromisure e molte cose ancora”, ha annunciato su Facebook – come riporta l’Associated Press – la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova. “L’America e il popolo statunitense sono stati umiliati dal loro presidente. Non da truppe internazionali né da truppe nemiche. Questa volta lo schiaffo a Washington lo ha dato proprio il suo signore”. Zakharova ha accusato l’amministrazione uscente di essere “un gruppo di falliti in politica estera, arrabbiati e poco intelligenti”, che hanno dato “una svolta distruttrice al prestigio e alla leadership degli Stati Uniti. “Lo spettacolo è finito. Barack Obama e la sua squadra di analfabeti ha rivelato al mondo il suo principale segreto: l’esclusività maschera la debolezza”, ha detto ancora riferendosi al discorso del presidente Usa pronunciato all’Accademia militare di West Point nel 2014, in cui Obama si era riferito alla “esclusività” del suo Paese per difendere la democrazia in tutto il mondo. L’annuncio del ministero degli Esteri russo giunge nonostante il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, aveva assicurato ieri sera che il presidente Vladimir Putin non avrebbe avuto fretta ad adottare sanzioni contro Washington. Il presidente russo ha negato in diverse occasioni che il Cremlino sia dietro a una presunta ingerenza nel processo elettorale Usa.


Articolo letto: 713 volte
Categorie: , Cronaca, Denunce, Esteri, Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi dell'espulsione dei diplomatici russi negli USA?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Adalberta

30/12/2016 12:18:39
Il giorno che divento presidente del consiglio, la prima cosa che faccio e' quella di cacciare a calci nel culo tutti i diplomatici americani dal mio paese. Seconda cosa, faccio uscire immediatamente il mio Paese dalla Nato e prendo e caccio a pedate nel sedere tutti i militari americani dal mio Paese. Terzo, chiudo ogni rapporto diplomatico con gli USA, Israele e Regno Unito, tutti e tre dei putridi Stati canaglia sul libro paga dei Rothschild, una delle famiglie piu' malvagge e sataniche del mondo. E questo e' solo l'inizio!
2

Ricerche correlate

Usa - Obama - Funzionari Russi - Vladimir Putin - Guerra - America - Russia -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook