Un gruppo di ricercatori spagnoli dell'Università di Granada e del Consiglio Nazionale delle Ricerche spagnolo ha ricostruito le ossa in laboratorio usando le cellule de cordone ombelicale.

Roma
12:41 del 19/07/2013
Scritto da Carla

Un gruppo di ricercatori spagnoli dell'Università di Granada e del Consiglio Nazionale delle Ricerche spagnolo ha ricostruito le ossa in laboratorio usando le cellule del cordone ombelicale. Le cellule sono state alloggiate all'interno di un biomateriale sviluppato per ospitare e favorire la crescita di nuovo tessuto osseo. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Placenta e ancora bisogna testare in vivo il successo. Gli esperti hanno già brevettato il loro biomateriale. 


Articolo letto: 2877 volte
Categorie: Medicina, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Albertone

21/07/2013 19:33:24
Ecco l'ennesimo passo in avanti della scienza corporea, di sicuro il settore della scienza che più da vicino interessa l'umanità. Ricostruire le ossa permetterebbe di restituire una vita sociale e fisica anche a chi è in difficoltà per incidenti o malattie genetiche: in sostanza, una rivoluzione umana forse solo all'inizio.
0

Marco

20/07/2013 18:23:02
Una scoperta davvero interessante e che potrebbe essere rivoluzionaria per il mondo della medicina.Mi piacerebbe molto sapere quali usi saranno fatti delle ossa, immagino a scopi curativi per le persone che hanno problemi. D'altra parte che prima e chi dopo ha problemi con le ossa, soprattutto con le articolazioni, quindi impiantare nuove ossa al posto delle usurate potrebbe essere un utilizzo interessante e da sperimentare.
0

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook