I cybercriminali hanno generato una truffa WhatsApp in grado di rubare tutti i soldi dei correnti italiani di Unicredit, ecco come agiscono e come difendersi

Roma
16:00 del 20/06/2018
Scritto da Samuele

Le truffe legate a conti correnti e conti BancoPosta sono molto frequenti su WhatsApp. Sfruttando tecniche di ingegneria sociale, gli hacker contattano gli utenti per spingerli a inserire i propri dati bancari e rubare loro tutti i soldi. Di recente, sfruttando i potenti mezzi di WhatsApp, gli hacker hanno preso di mira i conti corrente Unicredit.

Le truffe bancarie negli ultimi anni sono in forte aumento, soprattutto su WhatsApp, per diversi motivi. Innanzitutto generarle costa davvero poco, non c’è bisogno di particolari virus sofisticati per colpire gli utenti, basta ingegnare al meglio il messaggio ingannevole che spinga le persone a inserire le credenziali d’accesso all’home banking, o i dati della carta di credito. Inoltre grazie a un giro di bonifici su diversi conti è difficile rintracciare il gruppo di cyber criminali che stanno dietro a questo tipo di attacchi.

Oltre a WhatsApp gli hacker usano moltissimo anche i messaggi di posta elettronica, dove fingono di essere l’assistenza della nostra banca. E nell’ultimo periodo sono tornate di moda anche le truffe bancarie via SMS. Chi ha un conto dunque deve stare attento in ogni istante per non cadere in una simile trappola.

Come difendersi dalla truffa WhatsApp Unicredit

Nello specifico la truffa per correntisti Unicredit su WhatsApp è sviluppata in questo modo: gli hacker contattano la vittima con un messaggio privato dove avvisano l’utente che il proprio conto, a causa di una modifica burocratica, deve essere aggiornato, altrimenti verrà chiuso. Ovviamente è una truffa: il cybercriminale vuole solo portarci a cliccare sul link presente nel testo per reindirizzarci su una pagina che è simile a quella di Unicredit ma che non è il sito ufficiale della banca. Una volta inserite le nostre credenziali di accesso sul finto sito Unicredit daremo in mano all’hacker le informazioni necessarie per rubare tutti i nostri soldi.

Come fare dunque per proteggere i nostri risparmi? Semplice, per prima cosa dobbiamo ricordarci che le banche, Unicredit compresa, non ci avviseranno mai di un cambio sul nostro conto corrente via WhatsApp. Se abbiamo problemi con la nostra carta di credito verremo avvisati direttamente dalla banca per via telefonica e mai ci verranno chiesti username o password, o i dati della carta, se non direttamente allo sportello bancario.

In secondo luogo dobbiamo sempre ricordarci quando veniamo da messaggi ambigui sul nostro conto corrente di chiamare la nostra banca prima di compiere qualsiasi operazione. Se riceviamo un messaggio su WhatsApp, via SMS e email, legato al nostro conto prima di cliccare su link o scaricare allegati facciamo prima una telefonata all’assistenza clienti Unicredit, o di un’altra banca se abbiamo un conto aperto da un’altra parte. Infine ricordiamoci di non inserire mai le nostre credenziali Home banking se non sul sito ufficiale della nostra banca.

Da: QUI


Articolo letto: 144 volte
Categorie: , Internet, Tecnologia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook