COME CAMBIANO I PREZZI DEI TRASPORTI A MILANO - E' partito il nuovo sistema tariffario e cambia il trasporto pubblico nella grande Milano per 4,2 milioni di cittadini e 213 Comuni.

Milano
08:00 del 15/07/2019
Scritto da Gerardo

COME CAMBIANO I PREZZI DEI TRASPORTI A MILANO - E' partito il nuovo sistema tariffario e cambia il trasporto pubblico nella grande Milano per 4,2 milioni di cittadini e 213 Comuni. Tra le principali novità, il biglietto singolo passa da 1,50 a 2 euro, può essere timbrato più volte nei 90 minuti di validità anche in metropolitana e serve per raggiungere un'area più estesa fuori Milano. Sugli abbonamenti sconti famiglia e gratuità per gli under 14; facilitazioni anche per altre fasce d'età (anziani e studenti, in primis) e per reddito.

COME CAMBIANO I PREZZI DEI TRASPORTI A MILANO -Le principali novità

Il biglietto e tutti gli abbonamenti valgono anche sui treni di Trenord, in tutto il territorio della Città metropolitana di Milano e Monza e Brianza: 21 i comuni di prima fascia, tra cui Rho Fiera, Sesto San Giovanni, Rozzano, San Donato, Bresso, Bollate, Segrate, Cinisello Balsamo, Vimodrone, Cesano Boscone, Corsico, Settimo Milanese, Novate, Cologno Monzese, Peschiera Borromeo

ella zona Mi1-Mi3 il costo del biglietto aumenterà da 1,50 a 2 euro, ma non ci saranno sovrapprezzi per raggiungere località in precedenza considerate extraurbane come, per esempio, Rho fiera. In più il biglietto varrà, oltre che per i mezzi di Atm e delle società analoghe operanti nel resto dell’area, anche per quelli di Trenord e potrà essere timbrato più volte nel corso della sua validità.

COME CAMBIANO I PREZZI DEI TRASPORTI A MILANO -Ogni altra fascia attraversata – in totale sono nove – comporterà un sovrapprezzo di 0,40 euro, ma implicherà anche un’estensione della validità del biglietto di 15 minuti. L’obiettivo è quello di facilitare i collegamenti fra centro e periferie e ridurre il numero di automobili in circolazione.


Non vogliamo ingaggiare una lotta contro le auto, ma vogliamo offrire alternative, come il rafforzamento del trasporto pubblico e la promozione del car sharing. In questo modo i giovani milanesi non saranno più fissati, come lo ero io, nel possedere una macchina, ma potranno considerare l’opportunità di farne a meno.Beppe Sala, sindaco di Milano

Se si viaggerà esclusivamente al di fuori della Mi1-Mi3, il biglietto base costerà 1,60 euro e con esso ci si potrà spostare in due fasce. Anche in questo caso l’attraversamento di altre zone comporterà un sovrapprezzo di 0,40 euro ciascuna.

Gli abbonamenti e le agevolazioni

Saranno ancora venduti gli abbonamenti per muoversi unicamente nel comune di Milano: il mensile aumenterà da 35 a 39 euro, mentre l’annuale continuerà a costare 330. Il mensile per la zona Mi1-Mi3 si pagherà 50 euro; l’annuale 460. Sarà inoltre possibile optare per abbonamenti che comprendano più fasce. Resteranno in vigore le agevolazioni per gli under 26 e per gli ultrasessantacinquenni. Una grossa novità sarà la possibilità per gli animali di viaggiare gratis.


Articolo letto: 116 volte
Categorie: , Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook