Negli ultimi anni il genere degli hunter game inaugurato dal fortunato Monster Hunter di Capcom ha proliferato su tantissime piattaforme, con cloni a volte pessimi, e altri invece assolutamente interessanti come il Toukiden sviluppato da Omega Force e prodotto da Koei Tecmo.

Palermo
11:00 del 02/03/2017
Scritto da Luca

Negli ultimi anni il genere degli hunter game inaugurato dal fortunato Monster Hunter di Capcom ha proliferato su tantissime piattaforme, con cloni a volte pessimi, e altri invece assolutamente interessanti come il Toukiden sviluppato da Omega Force e prodotto da Koei Tecmo.

Un biennio di pensieri
Sono trascorsi due anni dopo gli eventi di Toukiden: Kiwami e i demoni hanno oramai preso il sopravvento su Nakastsu Kuni. Toccherà al nostro guerriero avere ragione sul campo di battaglia e distruggere il dominio delle forze del male: il nostro demon slayer, quindi, scenderà in campo partendo dal villaggio di Mahoroba, l'hub di gioco, che rappresenta la prima vera modifica del nuovo titolo Koei Tecmo. Partiamo col dire questo, quindi, ossia che il gameplay, chiaramente, ha delle novità molto importanti che annullano completamente le aree lineare che venivano proposte nel primo capitolo: ora l'intero mondo è un open world, così da permettervi di muovervi liberamente e di affrontare le missioni con maggior aria a disposizione, tranne per quanto riguarda il tutorial che abbiamo affrontato all'inizio, ambientato in una location a L, e alcune sessioni in game che rievocano alcune situazioni di Kiwami.


Il nostro guerriero ha anche dalla sua una nuova feature, presentata poco dopo l'incontro con il maestro a Mahoroba: si tratta della Demon Hand (il gioco è completamente in inglese), che aggiunge delle caratteristiche secondarie all'intera esperienza. Durante il combattimento, infatti, soprattutto contro i mostri più coriacei e più possenti fisicamente, avrete la possibilità di afferrare il vostro avversario con la mano demoniaca, dal colore azzurrino, e avvicinarvi al mostro per ridurre le distanze e tenervi sempre a portata di colpo di spada. D'altronde in Toukiden 2, almeno nella sessione da noi testata, non sono presenti colpi dalla distanza, il che ci costringe a mantenere sempre una vicinanza esasperata con il nostro bersaglio. La Demon Hand, durante la nostra prova, si è dimostrata utilissima anche per distruggere eventuali ostacoli sul terreno, oltre che a stordire alcuni avversari colpendoli senza doverci necessariamente aggrappare a essi. 
Samurai Warriors 4?
Appena avviato il nostro test ci siamo trovati dinanzi alla possibilità di personalizzare il nostro personaggio: nonostante il tentativo di customizzazione ci sia, Omega Force ha abbondantemente strizzato l'occhio a Samurai Warriors 4, perché il guerriero che ne uscirà è praticamente identico a un personaggio di Empires: capiamo benissimo che il developer è sempre lo stesso, ma un po' di freschezza negli assets non avrebbe guastato.


Avrete comunque una buona dose di dettagli da scegliere, arrivando a quasi 73 tagli di capelli da scegliere sia per i personaggi maschili che per quelli femminili, facendo così apparire il vostro guerriero come meglio credete. Allo stesso modo la personalizzazione è forte anche in sede di armi, con tutti gli stili che sono abbondantemente rivisitati e perfezionati: vi saranno le classiche spade à la Monster Hunter, così come asce, lance e così via: ognuna delle armi a vostra disposizione avrà diverse linee di upgrade, che però non siamo riusciti ad approfondire non essendoci spinti così tanto avanti nel gioco. Oltre alla Demon Hand che abbiamo presentato poc'anzi un'altra feature inserita è l'Eyes of Truth, che ci permette di riconoscere, soprattutto negli avversari molto più grandi di quelli normali, quali sono le parti del corpo che possono essere facilmente distrutte, così da gambizzare o comunque indebolire il nostro avversario. Così facendo la strategia, come potete immaginare, diventa molto più profonda e vi farà entrare in un mondo di analisi ben più elaborato del semplice spam di tasti. Infine è confermata la meccanica che vi permette di recuperare oggetti dai corpi degli avversari caduti risucchiandone l'energia, con un'animazione molto scenica che vi farà sembrare quasi una demone pronto a risucchiare la luce sacra dal mondo. Al di là di queste novità, purtroppo, non abbiamo avuto modo di approfondire tutte le tematiche inerenti Toukiden 2, che in ogni caso si presenta al pubblico con le stesse problematiche che sono proprie del primo titolo e anche del genere a cui appartiene, vale a dire il rispondere alle necessità che sono proprie delle nicchie. D'altronde il titolo Koei Tecmo è molto lento e pesante da gestire, con degli attacchi troppo limitati e con un pattern di mosse decisamente elementare: inoltre con pochissime informazioni a schermo, tra cui l'energia del nostro avversario e la quantità di colpi inflitti, viene anche saturato l'aspetto RPG che si può chiedere a un titolo del genere. Per l'aspetto tecnico, invece, il dettaglio delle texture non ci è sembrato altissimo, così come non ci ha esaltato la resa degli ambienti, che per quanto siano open world, si sono presentati molto scarni e vuoti. Chiaramente, continuiamo a sottolineare, in poco meno di un'ora non possiamo di certo elaborare una critica pertinente a ciò che ci si è presentato dinanzi, ma possiamo iniziare a farci un'idea di quello che avverrà tra poco meno di un mese, quando vi sarà la release di Toukiden 2 su tutte le console Sony attualmente in commercio.


Articolo letto: 96 volte
Categorie: , Videogames


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook