Il Codacons denuncia all'Agcom e all'Antitrust la ricarica premium, novità messa sul mercato da Tim, Vodafone e Wind.

Bologna
08:00 del 07/11/2019
Scritto da Luca

Il Codacons ha formalizzato il pensiero di milioni di utenti italiani sotto forma di denuncia ad Antitrust e AGCOM, ai danni di TIM, Vodafone e Wind. I gestori leader in Italia hanno dato un anticipato addio ai tagli da 5 e 10€ delle ricariche, sostituendoli o affiancandoli con delle cosiddette ricariche premium.

Si tratterebbe, secondo il Codacons, di una pratica commerciale scorretta, un espediente finalizzato a ottenere guadagni ingiusti e aggiuntivi sulle spalle dei clienti. L'associazione chiede quindi alle autorità italiane di aprire un'istruttoria e verificare se di fatto i gestori stanno cercando di sfruttare una falla nella normativa.

Abbiamo già affrontato l'argomento nell'articolo esaustivo riportato poco sopra: in breve gli operatori hanno modificato i tagli da 5 o da 10€ finora utilizzati dagli utenti per ricaricare il proprio credito, sostituendoli o affiancandoli con delle ricariche cosiddette "premium", le quali prevedono servizi a pagamento aggiuntivi addebitati direttamente attraverso una riduzione del credito acquistato.


Il Codacons accusa i tre operatori telefonici Vodafone, Tim e Wind di non aver reso il cliente consapevole del fatto che non si può consumare per intero il credito che acquista ed inoltre denuncia il fatto che il cliente non può decidere in autonomia se accettare o meno la ricarica premium.

A settembre la Vodafone ha iniziato a proporre la ricarica Premium. Nel dettaglio l’operatore dal logo rosso e bianco ha lanciato “Giga Ricarica” che per 5 euro offre 4 euro di credito. Il restante 1 euro serve per l’attivazione obbligatoria dei 3 Gb di traffico internet in 4G che possono essere utilizzati nell’arco del mese. Stesso meccanismo vale anche per “Giga Ricarica 10”.

Anche Tim a maggio scorso ha iniziato a proporre “Ricarica+” con la quale si ha la possibilità di vincere dei premi nonché ricevere minuti, messaggi o gigabyte illimitati per un’intera giornata.

Wind propone, infine, la “Ricarica Special” con la quale con 5 euro si hanno 4 euro di credito prepagato e giga e minuti illimitati per un giorno. Stesso discorso vale anche per la ricarica di 10 euro.

Codacons però non ci sta e per questo, ripetiamo, ha presentato un esposto all’Antitrust e all’Agcom affinché venga aperta un’istruttoria su tale tipologia di ricarica.

 

 


Articolo letto: 592 volte
Categorie: , Cronaca, Denunce


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Tecnologia - ricarica - ricarica vodafone - vodafone - tim - wind - mobile -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook