THE VOICE OF ITALY 2018 - Al Bano, J-Ax, Cristina Scabbia, Francesco Renga. La giuria di The Voice of Italy, la cui composizione è stata oggetto di tante ipotesi e congetture, ha trovato finalmente i propri membri. A ufficializzare i nomi dei giudici e, insieme, quello del conduttore, è stato un breve comunicato stampa.

Firenze
19:00 del 12/03/2018
Scritto da Sasha

THE VOICE OF ITALY 2018 - Al Bano, J-Ax, Cristina Scabbia, Francesco Renga. La giuria di The Voice of Italy, la cui composizione è stata oggetto di tante ipotesi e congetture, ha trovato finalmente i propri membri. A ufficializzare i nomi dei giudici e, insieme, quello del conduttore, è stato un breve comunicato stampa.

THE VOICE OF ITALY 2018 - «Siamo molto orgogliosi di riportare su Raidue uno degli show musicali più importanti e di maggior successo al mondo», ha dichiarato il direttore di rete Andre Fabiano, definendo «rinnovata» l’imminente edizione del talent show. La struttura del programma, il cui ritorno dovrebbe aversi il marzo prossimo, è stata ripensata così da essere «più snella e agile». Impreziosita da una «conduzione ironica ed eclettica come quella di Costantino della Gherardesca» e da quattro coach «di grandi personalità» e ancor più grandi responsabilità.

THE VOICE OF ITALY 2018 - The Voice, che pur nel resto dell’Occidente ha una risonanza di gran lunga superiore a quella di X Factor, è stato eliminato dai palinsesti Rai per via di ascolti deludenti. Risollevarne le sorti, dunque, rilanciarne il marchio, è un compito difficile. Delicato. Un compito che i giudici, tra i quali avrebbe dovuto figurare Nina Zilli, dovranno dividersi equamente, instaurando tra loro degli equilibri utili a sostanziare la trasmissione.


Se la giuria di The Voice of Italy 2018 è stata quasi completamente rinnovata, nella quinta edizione verranno invece riconfermati sia la formula che lo svolgimento del talent show di Rai 2. Le puntate che andranno in onda su Rai 2 saranno dodici anche quest’anno e saranno suddivise in sei Blind Audition, due battle, due Knockout e quattro live show finali. Ma vediamo nel dettaglio in cosa consisteranno le diverse fasi del programma:

  • Blind Audition: in questa prima fase si terranno le famose audizione al buio in cui i giudici potranno ascoltare ma non vedere i concorrenti che si esibiranno. Alla fine saranno 84 i talenti che passeranno alla fase successiva e andranno a comporre i quattro team in gara (21 concorrenti per squadra);
  • The Battles: la seconda fase della gara vede sfidarsi per la prima volta sul “ring” allestito sul palco tre talenti della stessa squadra che cantano il medesimo brano scelto dal proprio giudice, supportato da uno special coach. Al termine di ogni performance è il coach a decidere chi tra i tre concorrenti potrà accedere alla terza fase. Anche quest’anno poi ci sarà l’opzione Steal, con cui i cantanti eliminati potranno rientrare in gara recuperati da un altro coach. Al termine delle Battles saranno quindi 8 i componenti di ciascuna squadra (7 scelti dal coach ed uno recuperato con lo steal) per un totale di 32 talenti ancora in gara;
  • Knockout: in questa terza fase gli aspiranti talenti dovranno sfidarsi con il loro cavallo di battaglia e dei 32 concorrenti rimasti ne passano la metà, 16 in totale (4 per team).;
  • Live Show: ultima parte del programma in cui verrà decretato il vincitore di “The Voice of Italy”.

Tuttavia stando ai rumors che girano sul web in queste settimane, nel format della nuova edizione di The Voice of Italy potrebbe esserci un’altra novità riguardante principalmente la fase delle Blind Audition. In una foto pubblicata su Instagram da Cristina Scabbia durante le registrazioni delle audizioni, sono stati in molti ad aver notato che oltre al noto pulsatone sono presenti tre bottoni più piccoli. Premendoli durante una esibizione daranno la possibilità di bloccare la poltrona di un altro coach che ancora non si è girato. Il giudice bloccato però non saprà di esserlo fino a quando non premerà il pulsantone scoprendo che la sua poltrona non si gira. Se invece il coach bloccato deciderà di non premere il grande bottone, il blocco non avrà effetto e potrà scegliere se portare o meno il concorrente nel suo team.


Articolo letto: 252 volte
Categorie: , Cinema, Curiosità


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook