Come ha detto un parente " “Quando vai a caccia e ferisci un cinghiale, è quello il momento in cui la bestia è più pericolosa. Così un umano ferito. Non sai mai come reagisce", e di ferite aperte ce ne sono sempre più.

Caserta
07:30 del 07/02/2017
Scritto da Luca

DA TEMPO IN ITALIA SENSO CIVICO E RESPONSABILITÀ SONO DISPERSE E "SCANTONATE" COME LA PESTE. D'ALTRA PARTE TRA UN GRANDE FRATELLO, UN SANREMO O UN'ISOLA DEI FAMOSI, QUANDO L'ITALIANO DOVREBBE AVERE IL TEMPO DI ISTRUIRSI AD ESSERE CITTADINO?
RASSEGNAZIONE È L'UNICO SENTIMENTO CHE SI SENTE IN GIRO.
Come ha detto da un parente " “Quando vai a caccia e ferisci un cinghiale, è quello il momento in cui la bestia è più pericolosa. Così un umano ferito. Non sai mai come reagisce", e di ferite aperte ce ne sono sempre più.

Otto bambini tra i 7 mesi e gli 11 anni di età morti per tumore negli ultimi venti giorni nei comuni della Terra dei fuochi, nel Napoletano. La drammatica denuncia arriva dalle mamme aderenti al comitato 'Vittime della Terra dei fuochì, che oggi hanno protestato davanti alla Prefettura di Napoli dove era in corso una riunione su Bagnoli con il ministro per il Mezzogiorno de Vincenti. «Questi bambini - hanno affermato le madri del Comitato - non riposeranno mai in pace. Per loro non c'è giustizia».
Una denuncia che sembra confermare i dati già resi noti dall'Istituto superiore di sanità (Iss) nel 2016, in un documento in cui si evidenziava un «eccesso» di tumori tra i bambini nella Terra dei fuochi già all'età di un anno. Il dato è contenuto nell'ultimo aggiornamento del progetto SENTIERI (Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a Rischio da Inquinamento), risalente al 2016, per i 55 Comuni della Terra dei Fuochi, redatto dall'Iss. Il Rapporto riguarda 32 Comuni della Provincia di Napoli e 23 della Provincia di Caserta e conferma come in queste zone - tristemente note per lo smaltimento illegale dei rifiuti - si muore di più, si registrano più ricoveri e ci si ammala molto di più di tumore. E l'allarme riguarda in primo luogo proprio i bambini: già nel primo anno di vita vengono colpiti da vari tipi di cancro molto più frequentemente rispetto alla media.



Le patologie oggetto dello studio sono state indagate utilizzando tre indicatori: la mortalità, i ricoveri ospedalieri (disponibili per tutti i 55 Comuni in esame) e l'incidenza dei tumori (disponibile per 17 Comuni della Provincia di Napoli, quelli serviti dal Registro Tumori). La mortalità generale «è in eccesso - si legge nel Rapporto - rispetto alla media regionale, in entrambi i gruppi di Comuni, sia tra gli uomini che tra le donne». Varie le neoplasie per le quali si registra un maggiore rischio in queste aree: tumore maligno dello stomaco, del fegato, del polmone, della vescica, del pancreas, del rene e della mammella. Ma l'allarme riguarda innanzitutto i più piccoli: «Eccesso di bambini ricoverati nel primo anno di vita per tutti i tumori ed eccessi di tumori del Sistema nervoso centrale nel primo anno di vita e nella fascia di età 0-14 anni - afferma l'Iss parlando di 'quadro criticò - sono stati osservati in entrambe le province» di Napoli e Caserta.


Articolo letto: 218 volte
Categorie: , Ambiente, Cronaca, Denunce


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi della Terra dei Fuochi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

07/02/2017 11:31:25
dispiace per queste situazioni che succedono in italia ma la magistratura cosa fa per tutelarci da questi episodi. un forte conforto per le famiglie delle vittime .
6

Gemma

07/02/2017 10:34:58
La magistratura ha impiegato 7 anni per capire chi erano i colpevoli, tutto questo tempo per favorire lo Stato assente e menefreghista di questa tragedia, che sperando nella prescrizione non si è costituito parte civile, i politici parlano di democrazia e civiltà, questo è uno Stato canaglia asservito ai poteri forti peggio delle dittature.
3

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook