ADDIO AGLI 80 EURO BONUS RENZI - "Pensiamo a 10-15 miliardi di riduzione tasse.

Milano
08:25 del 07/08/2019
Scritto da Luca

ADDIO AGLI 80 EURO BONUS RENZI - "Pensiamo a 10-15 miliardi di riduzione tasse. A partire dal superamento del bonus Renzi, che non vale dal punto di vista dell'accumulo pensionistico. Per superamento si intende la trasformazione in decontribuzione". È quanto avrebbe detto il viceministro all'Economia, Massimo Garavaglia, intervenendo alla riunione sulla manovra del Viminale, tra il vicepremier Salvini e le parti sociali.

Una misura, quella del bonus degli 80 euro, contestata da alcuni e difesa da altri e che secondo la Banca d’Italia ha aiutato la crescita del Pil italiano. La gabbia fissa della misura ha comunque creato degli scompensi. ADDIO AGLI 80 EURO BONUS RENZI - Chi si trovava poco sotto la soglia degli 8.145 euro o sopra i 26.600 è rimasto a bocca asciutta. L’Agenzia delle entrate ha fatto qualche errore tanto che alcuni furono chiamati a restituire la somma ricevuta in più.


ADDIO AGLI 80 EURO BONUS RENZI - Oggi si vuole trasformare questa misura in una detrazione fiscale o contributiva. In questo caso, però, la misura non sarà più uguale per tutti. Per beneficiare della detrazione bisogna avere un debito con il fisco: questo debito è zero a quota 8.145 e poi sale gradualmente fino a 13 mila euro senza arrivare mai pienamente a creare lo spazio per una detrazione di 960 euro l’anno, cifra garantita dal bonus di renziana memoria.

I 3 miliardi in più copriranno dunque i contributi figurativi, mentre i 10 miliardi del bonus andranno a coprire il taglio dei contributi a carico dei dipendenti che manterranno così la busta paga più pesante. Altri 12 miliardi, infine, serviranno per il calo dell'Irpef.

RENZI - La reazione: "Alla fine a pagare sono sempre i più deboli, quelle famiglie per cui mille euro l'anno in più erano un aiuto vero. Ma Salvini, finito il tour in spiaggia, deve fare cassa. Mi dispiace perché era una misura giusta, che ha aiutato tante famiglie, ma mi dispiace soprattutto perché a rimetterci sono sempre i soliti". Ha scritto su Twitter l'ex premier Matteo Renzi.


Articolo letto: 167 volte
Categorie: , Economia, Lavoro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook