TAGLIO PARLAMENTARI NEWS - La Camera verso il voto sul taglio dei parlamentari.

Bari
07:30 del 08/05/2019
Scritto da Luca

TAGLIO PARLAMENTARI NEWS - La Camera verso il voto sul taglio dei parlamentari. La riforma costituzionale che prevede la riduzione da 630 a 400 deputati e da 315 a 200 senatori si avvicina al secondo via libera in Parlamento.

TAGLIO PARLAMENTARI NEWS - Come prima cosa sono state respinte con 277 contrari, 109 favorevoli e 66 astenuti le pregiudiziali di costituzionalitàpresentate dall’opposizione. La proposta di legge che modifica gli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari, è già stata approvata in prima deliberazione dal Senato. In Aula in rappresentanza del governo, c’è il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro.

TAGLIO PARLAMENTARI NEWS - Poco prima del voto, il presidente della Camera Roberto Fico ha annunciato l’inammissibilità degli emendamenti già bocciati in sede referente, essendo “estranei al contenuto” della proposta di legge costituzionale sul taglio del numero dei parlamentari, che è all’esame dell’Aula. In particolare sono state respinte molte delle modifiche proposte dal Pd, dal deputato di +Europa Riccardo Magi, una da Fratelli d’Italia e una dal deputato del M5s Andrea Colletti che prevedeva l’abolizione dei senatori a vita, sostituiti dai deputati a vita.


In precedenza, allorquando il presidente Fico aveva preannunciato l’inammissibilità di alcuni emendamenti, le opposizioni erano subito insorte: “Lei di fatto ha precluso all’opposizione di discutere – ha replicato Fiano rivolgendosi al presidente della Camera – è un fatto di una gravità inaudita, non è una questione di procedura regolamentare

Anche Federico Fornaro di LeU aveva invitato il presidente Fico “a riflettere ancora, ma se dovessero essere confermate le inammissibilità saremmo di fronte ad una lesione del diritto costituzionale dei Parlamentari ad emendare”.

Fico ha poi replicato: “Le pronunce di inammissibilità non sono suscettibili di menomare prerogative dei parlamentari. Non avendo ritenuto la commissione di ampliare l’area di intervento normativo, ho reputato corrette le decisioni del presidente Brescia” nella sede referente della commissione, ovvero di ritenere “ammissibili non solo gli emendamenti direttamente riferiti ma anche quelli ritenuti correlati” e al contrario di ritenere inammssibili quelli “vertenti su materie non direttamente riconducibili”.


Articolo letto: 190 volte
Categorie: , Nuove Leggi, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook