Stretto di Messina patrimonio dell’Umanita’? Già la chiamano la "Giunta congiunta".

Messina
12:15 del 20/04/2015
Scritto da Gerardo

REGGIO CALABRIA  -  Già la chiamano la "Giunta congiunta". Ed è un accordo di ferro tra i municipi dell'area dello Stretto di Messina che punta alla realizzazione di una grande area metropolitana tra città di Calabria e Sicilia. Una sorta di organismo intercomunale che ha come primo obiettivo il riconoscimento dello Stretto come Patrimonio dell'UManità, ma che già da subito inizierà a lavorare su diversi altri temi.  Un'operazione che si riassume nello slogan "Lo Stretto che unisce" e che vuole vedere il tratto di mare tra le due regioni come elemento di unità e non di divisione.

Stamattina, a bordo di una nave delle Ferrovie dello Stato in navigazione tra le due sponde, è stato firmato un protocollo d'intesa tra le Amministrazioni comunali di Reggio Calabria, Messina e Villa San Giovanni, rappresentate rispettivamente dai sindaci Giuseppe Falcomatà, Renato Accorinti e Antonio Messina, con l'adesione di numerosi comuni che si affacciano sul mare. Un'idea maturata alcuni mesi fa a Nizza di Sicilia durante un incontro tra le associazioni culturali e ambientaliste calabresi e siciliane, dal Touring Club al Fai fino a Italia Nostra, Wwf e Legambiente, ma che ha vede già da tempo impegnato il comune di Messina e, con l'avvento della nuova giunta, quello di Reggio Calabria.

Il protocollo prevede anche tutta una serie di intese in campo sociale, culturale nel settore dei trasporti, della sanità e dell'istruzione per rendere effettiva l'integrazione territoriale dell'intera area, che in prospettiva si candida a diventare punto di riferimento culturale ed ambientale con un marchio di prestigio come quello dell'Unesco, organizzazione alla quale sarà rivolta presto una richiesta di candidatura.

Tra gli obiettivi dell'intesa c'è la tutela e la valorizzare del patrimonio naturale, paesaggistico, storico ed archeologico dell'area dello Stretto, promuovendone ogni azione per ottenere il riconoscimento da parte di organismi nazionale e sovranazionali. Il fine è anche quello di moltiplicare gli scambi e le sinergie in campo culturale, economico e sociosanitario e promuovere il turismo in un sito unico al mondo attraverso un'azione sinergica tra tutti gli attori sociali dell'area.


Motore dell'iniziativa che si è svolta stamattina l'assessore alla Cultura di Messina, Tonino Perna. Reggino, chiamato dal sindaco Renato Accorinti a far parte del suo esecutivo proprio nell'ottica di abbattere le barriere e i campanilismi tra le due più grandi città dello Stretto. E' stato lui, più di tutti, a spingere affinché si possa iniziare a vivere il braccio di mare tra Calabria e Sicilia come un elemento unificante e vettore positivo sul piano culturale ed economico.


Articolo letto: 2512 volte
Categorie: Cronaca, Cultura, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Messina - Reggio Calabria - Calabria - Ponte - Stretto -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook