Lo stipendio medio di un italiano è di circa 1580 euro netti al mese, meno di 30.000 euro lordi all’anno. Nel 2018 la situazione non si discosta di molto vista la difficoltà del nostro Paese ad uscire dalla recessione.

Roma
05:00 del 09/04/2019
Scritto da Gerardo

Secondo l’Jp Salary Outlook (il Jp Salary Outlook si occupa di far conoscere alle aziende e ai lavoratori il livello medio delle retribuzioni nel mondo), gli stipendi degli italiani sono molto al di sotto di quelli dei vicini di casa francesi e tedeschi.

Lo stipendio medio di un italiano è di circa 1580 euro netti al mese, meno di 30.000 euro lordi all’anno. Nel 2018 la situazione non si discosta di molto vista la difficoltà del nostro Paese ad uscire dalla recessione.

Bisogna però tener conto del fatto che 1500 euro al mese è un valore medio degli stipendi e che quindi non tutti si trovano a percepire una paga di almeno 1500 euro.

Operai, impiegati e commessi ad esempio, ricevono uno stipendio molto più basso rispetto a quello di chi occupa i cosiddetti piani alti nelle aziende o nei vari luoghi di lavoro.

Secondo i dati OCSE, l’Italia è nella top ten in Europa, ma si trova al nono posto, molto al di sotto di Francia, Germania, Lussemburgo, Svizzera e persino dell’Irlanda.


Di certo la crisi economica ha avuto i suoi effetti per tutti, ma pare che in Italia le conseguenze siano maggiori e più nefaste rispetto che in altre nazioni europee sebbene, come evidenzia lo studio di Affari Miei sulla ricchezza delle famiglie, il livello di benessere e ricchezza privata nel nostro Paese continua a mantenersi piuttosto elevato.

Andiamo a vedere come sono messi i nostri “colleghi” europei.

Stipendi medi in Europa: classifica

Riportiamo la classifica degli stipendi medi in Europa, qui possiamo vedere che l’Italia è al nono posto ben al di sotto delle potenze europee.

Contrariamente a quanto si pensi, la Germania non è il paese in cui gli stipendi sono più alti.

Ecco la top ten:

  • Lussemburgo
  • Olanda
  • Germania
  • Belgio
  • Austria
  • Finlandia
  • Francia
  • Irlanda
  • Italia
  • Spagna

Stipendio medio di dipendenti e dirigenti

Cerchiamo di chiarire la differenza di retribuzione che si verifica tra un dirigentee un dipendente. Un dirigente sfiora uno stipendio medio di 110 mila euro lordi l’anno, mentre impiegati e operai hanno uno stipendio medio annuale lordo sotto i 30 mila euro.

Nel caso degli operai la situazione riporta dati anche più bassi, molti vivono con uno stipendio lordo di meno di 25 mila euro all’anno.

Alcuni dirigenti (ad esempio amministratori delegati) riescono a guadagnare più di 200 mila euro all’anno, mentre in altri casi lo stipendio per gli operai scende ancora (al di sotto dei 25 mila euro lordi l’anno prima citati) fino ai 18 mila euro lordi l’anno.

Chi lavora in banca o nel settore medico può di certo permettersi una vita più agiata rispetto ad un altro tipo di impiegati e anche rispetto agli operai, essendo i settori bancario e medico/farmaceutico quelli più ricchi e redditizi.

A seguire in classifica ingegneri e operatori della finanza.

Chi lavora in settori ugualmente fondamentali per l’economia come agricoltura o allevamento, si trova a dover “fare la fame”. Scarseggiano gli aiuti statali e il guadagno va via via abbassandosi.

Altre curiosità

Di certo il titolo di studio influisce sullo stipendio che si andrà a percepire, ma sappiamo bene che questo “luogo comune” è ormai tutt’altro che un dogma.

In media però, chi è in possesso di una laurea percepisce in un anno almeno 20 mila euro in più rispetto a chi ha titoli di studio più bassi.

La situazione peggiora nel Mezzogiorno. Un operaio al sud guadagna fino al 20% in meno rispetto ad uno del nord e al centro gli operai percepiscono uno stipendio minore del 5% rispetto ai colleghi del nordItalia.

Di conseguenza a Milano, Torino e Trieste si ricevono più soldi che a Cagliari o Bari. Di certo il costo della vita è maggiore a Milano che in altre città d’Italia dove si vive con meno soldi, ma non sempre è una regola d’oro.

Le differenze tra gli stipendi non si fermano solo a nord e sud, donne e uominipercepiscono retribuzioni sostanzialmente diverse.

Gli uomini guadagnano in media quasi 3000 euro in più all’anno rispetto alle donne per una differenza che supera il 7%.

Da: QUI


Articolo letto: 118 volte
Categorie: , Denunce, Economia, Lavoro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook