La tradizione italiana della cucina marinara vanta numerose ricette importanti come gli spaghetti alle vongole o il sautè di cozze e vongole fino a finire alle prelibatezze regionali, come il brodetto fanese o la fregola con le arselle, per citarne qualcuno.

Firenze
09:30 del 30/12/2017
Scritto da Carla

La tradizione italiana della cucina marinara vanta numerose ricette importanti come gli spaghetti alle vongole o il sautè di cozze e vongole fino a finire alle prelibatezze regionali, come il brodetto fanese o la fregola con le arselle, per citarne qualcuno. Ma in tantissimi ristoranti vi sarà capitato di leggere o assaporare gli spaghetti allo scoglio. Perché non provare a farli a casa allora? In un piatto sono concentrati tutti i profumi del Mediterraneo che condiscono gli spaghetti, risottati in padella per assorbire il sapore del mare e diventare ancora più appetitosi! Esistono innumerevoli versioni di questa prelibatezza, noi vi proponiamo la nostra, con vongole e cozze insieme alla prelibata carne degli scampi! Ma voi sentitevi liberi di aggiungere o sostituire gli ingredienti con lupini, cannolicchi, seppioline, polipetti e gustare così degli spaghetti allo scoglio sempre diversi, ma soprattutto sempre più buoni!

Conservazione

Si consiglia di consumare subito gli spaghetti allo scoglio; è possibile conservare in frigorifero in un contenitore di vetro e coperto con pellicola per un giorno al massimo. Sconsigliamo la congelazione.

Consiglio

Potete sostituire il vino con del brandy o del cognac per conferire una nota ancora più aromatica. Un pizzico di piccante non guasterà, quindi aggiungete anche un po’ di peperoncino per arricchire gusto e profumo!

Ingredienti

Spaghetti N°5 320 g

Cozze 1 kg Vongole 1 kg Calamari 300 g Scampi 8 Pomodorini ciliegino 300 g Olio extravergine d'oliva 4 cucchiai Aglio 1 spicchio Prezzemolo da tritare 1 ciuffo Vino bianco 40 g Sale fino q.b. Pepe nero q.b.

Come preparare gli spaghetti allo scoglio

Per realizzare la ricetta degli spaghetti allo scoglio innanzitutto pulisci i molluschi. Metti le vongole a bagno per almeno 2 ore in acqua fredda leggermente salata, cambiando l'acqua 2-3 volte ed eliminando ogni volta la sabbia. Sciacquale sotto acqua fredda corrente. Lava e spazzola con una paglietta le cozze sotto un getto di acqua. Elimina il bisso (il gruppo di filamenti che fuoriesce dalle valve) e sciacquale di nuovo. Scalda nella casseruola 1 cucchiaio di olio con 1 spicchio d'aglio spellato, unisci le vongole e irrorale con 1/2 bicchiere di vino. Copri, falle aprire a fiamma viva e trasferiscile in una ciotola. Filtra il liquido di cottura attraverso un colino foderato con un telo e tienilo da parte. Apri le cozze con lo stesso procedimento e sguscia i 2/3 dei molluschi.

Prepara 400 g di calamari piccoli. Rosola lo scalogno tritato nella padella con 5 cucchiai di olio. Aggiungi i calamari, dopo 4-5 minuti irrora con 1/2 bicchiere di vino bianco e lascialo evaporare. Unisci i pelati sgocciolati e tagliuzzati con le forbici e cuoci per circa 40-45 minuti, aggiungendo di tanto in tanto mestolini di liquido di cottura dei molluschi. Regola di sale e peperoncino.

Taglia scampi e gamberi sulla schiena con le forbici ed elimina il filetto nero con uno stecchino. Sciacquali, diponili nella padella del sugo, prosegui la cottura per 1-2 minuti, copri e spegni. Lessa la pasta al dente, scolala e trasferiscila nella padella sotto la quale avrai riacceso il fuoco. Unisci cozze, vongole e 2-3 cucchiai di liquido di cottura dei molluschi caldo, mescola e lascia insaporire per 1-2 minuti.

Spolverizza con il prezzemolo e servi gli spaghetti allo scoglio


Articolo letto: 257 volte
Categorie: , Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook