Nuovo record positivo per il centrodestra sull’onda della vittoria in Umbria, mentre i partiti della maggioranza faticano

Bologna
07:30 del 11/11/2019
Scritto da Sasha

SONDAGGI, CENTRODESTRA SOPRA IL 50% - La Lega resta saldamente il primo partito e il centrodestra, con l'apporto di Fratelli d'Italia e il raggruppamento centrista che va da Forza Italia a Toti e Fitto, sarebbe maggioranza nel Paese e non avrebbe difficoltà a vincere le elezioni politiche se si votasse ora con l'attuale legge elettorale. In estrema sintesi, è questo il verdetto dei principali istituti specializzati in sondaggi elettorali, che segnalano anche il momento di grande difficoltà delle forze che compongono la maggioranza a sostegno del governo guidato da Giuseppe Conte. Sia il Movimento 5 Stelle che il Partito Democratico, infatti, non riescono a invertire il trend negativo degli ultimi mesi e sembrano incapaci di risultare attrattivi per l'elettorato che al momento sostiene l'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini. Discorso simile per il nuovo partito dell'ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi, Italia Viva, che non sfonda tra l'elettorato moderato e resta lontanissimo dalle ambizioni di qualche settimana fa.

SONDAGGI, CENTRODESTRA SOPRA IL 50% - La rilevazione dell'istituto EMG per RAI, ad esempio, pur segnalando una leggera flessione della Lega, evidenzia come il quadro sia ben definito. Il partito di Salvini sarebbe al 33% dei consensi, staccando di quasi 14 punti il Partito Democratico di Nicola Zingaretti, ora al 19,3%, e doppiando il Movimento 5 Stelle di Luigi Di Maio, accreditato del 16,8% dei voti e ancora in difficoltà dopo settimane di costante calo.


SONDAGGI, CENTRODESTRA SOPRA IL 50% - Molto bene ancora Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, che pur scendendo dal 10% della scorsa settimana ora è accreditato del 9,4% dei voti, il suo massimo storico. Forza Italia è invece al 7,4%, ma assieme alle altre formazioni di centrodestra potrebbe portare in dote il superamento del 50%.
Tornando di nuovo alle Politiche di marzo 2018, la somma dei partiti del centrodestra raggiunge il 50,6%, in crescita persino rispetto alle Europee 2019. Come dicevamo, invece, M5S è sempre più vicino al livello del 26 maggio scorso (appena +0,4% rispetto al minimo storico). Crescita di poco meno di mezzo punto (+0,4%), infine, anche per la coalizione di centrosinistra del 2018 (PD, Italia Viva e +Europa) rispetto alle Elezioni Europee.

Più contenuto rispetto alle scorse settimane, invece, il calo del Partito Democratico (-0,4%), che con il 18,7% è allo stesso livello delle Politiche 2018. Anche se politicamente sembra passata un’era geologica, si tratta di una soglia significativa per il PD, visto che è dall’inizio della segreteria Zingaretti che non raggiungeva un livello così basso. Naturalmente, all’epoca il partito includeva anche i renziani di Italia Viva, oggi stabili al 4,8% (+0,1%).

Lievissima flessione (-0,1%) dopo una settimana positiva per Forza Italia, ferma al 6,8%, mentre fra i partiti minori di centrosinistra le fluttuazioni sono minime e sia La Sinistra (2,1%), sia +Europa (1,8%), sia Europa Verde (1,8%) si mantengono intorno ai due punti percentuali.


Articolo letto: 2627 volte
Categorie: , Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook