L’EMERGENZA NEVE, DEVASTANTE E DRAMMATICA, HA RICHIESTO L’INTERVENTO PROVVIDENZIALE DELL’ESERCITO ITALIANO. ECCO LE COMMOVENTI IMMAGINI DEI SOLDATI IMPEGNATI NELLE AZIONI SUL CAMPO. A SALVARE VITE DI ESSERI UMANI E ANIMALI, COME RIFERITO DALL’UFFICIO PUBBLICA INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE DELLO STATO MAGGIORE (SME – PIC).

Pescara
06:30 del 23/01/2017
Scritto da Carmine

L’EMERGENZA NEVE, DEVASTANTE E DRAMMATICA, HA RICHIESTO L’INTERVENTO PROVVIDENZIALE DELL’ESERCITO ITALIANO. ECCO LE COMMOVENTI IMMAGINI DEI SOLDATI IMPEGNATI NELLE AZIONI SUL CAMPO. A SALVARE VITE DI ESSERI UMANI E ANIMALI, COME RIFERITO DALL’UFFICIO PUBBLICA INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE DELLO STATO MAGGIORE (SME – PIC). LEsercito rappresenta per la popolazione italiana una presenza costante in caso di pubbliche calamità (terremoti, alluvioni, incendi e frane).

Si rivela determinante sia nelle fasi iniziali di soccorso alla popolazione civile sia nel successivo processo di normalizzazione e assistenza.

E anche questa volta non ha fatto mancare il suo sostegno.

DUEMILA SOLDATI IMPEGNATI SOTTO LA NEVE

Nelle zone del Centro Italia interessate dall’emergenza neve sono prontamente intervenuti oltre 250 militari, nelle province di Teramo, Chieti, L’Aquila Pescara e Fermo, rafforzando il dispositivo già presente di 1800 unità, che già stava operando nelle aree colpite dai vari eventi sismici susseguitisi a partire dallo scorso 24 agosto.

I militari sono principalmente impegnati nel ripristino della viabilità per permettere di raggiungere i luoghi più colpiti, consentendo così il flusso degli aiuti e losgombero delle persone isolate.

I REPARTI IMPEGNATI

Gli assetti specialistici del genio provenienti dai reparti di Roma, Caserta, Bologna, Foggia e Legnago, grazie anche all’impiego di piccoli mezzi cingolati particolarmente adatti a muoversi sia nelle vie più strette sia in quelle extraurbane più impervie, stanno contribuendo a ripristinare la viabilità interna delle numerose località colpite raggiungendo numerose abitazioni rimaste isolate.

A tal fine, si stanno impiegando soprattutto mezzi speciali del genio – apripista, spazzaneve, turbine da neve, cingolati – che sono duali.

Nati per scopi prettamente militari, hanno caratteristiche tali da poter essere proficuamente impiegati in ogni situazione di emergenza.

Tra i numerosi interventi effettuati nelle ultime ore, c’è stata la rimozione di cumuli di neve che non consentivano l’accesso al pronto soccorso dell’ospedale di Atri.

Inoltre, le turbine spazzaneve sono entrate in azione ad Amatrice per liberare le principali strade di collegamento, in particolare quelle che portano alle frazioni che sono tuttora isolate.

LE FOTO DEI SOLDATI SOTTO LA NEVE





Da: QUI


Articolo letto: 567 volte
Categorie: , Cronaca, Curiosità


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi della drammatica vicenda dell'Hotel Rigopiano?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Amedeo

23/01/2017 11:01:18
A me insospettisce il disboscamento di quel canalone lungo cui è scivolata la slavina!!!
si vedono chiaramente le immagini di google maps che risalgono al 2011 in cui quel canalone era boschivo!
5

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook