La sindrome dell'intestino irritabile è una condizione molto comune e debilitante, che interessa circa il 10% della popolazione, soprattutto di sesso femminile e con un tasso più alto di prevalenza dai 20 ai 50 anni

Bologna
05:00 del 19/10/2019
Scritto da Samuele

SINDROME COLON IRRITABILE DIETA - La Sindrome del colon irritabile, chiamata impropriamente colite, è definita come un insieme di disordini funzionali dell’intestino caratterizzati da dolore e/o fastidio addominale diffuso. Una patologia molto frequente nella popolazione, che colpisce prevalentemente le donne. La sindrome del colon irritabile, o più comunemente “colite”, è un disturbo cronico si manifesta con spasmi e dolori addominali, nausea, costipazione, stitichezza o diarrea. Fino a qualche tempo fa si pensava che la sindrome del colon irritabile fosse causata dallo stress. Oggi questo rapporto causa effetto è escluso, ma è noto che lo stress può peggiorare l’intensità dei sintomi o anche riacutizzarli.

Il disturbo del colon irritabile insorge in associazione a cambiamenti del canale intestinale (alvo), a modificazioni della forma delle feci e a gonfiore addominale.

SINDROME COLON IRRITABILE DIETA - Oltre il 70 % dei casi di sindrome da intestino irritabile interessa le donne; di conseguenza, il quadro predominante è di certo la stipsi associata a dolore intestinale, senso di sollievo dopo l'evacuazione e, talvolta, percezione di aumento progressivo della circonferenza addominale (sensazione di gonfiore da tensione addominale), con sentori di eccessiva pienezza; spesso, i soggetti interessati da sindrome del colon irritabile con stipsi lamentano anche feci caprine, svuotamento incompleto, emorroidi e/o ragadi.




SINDROME COLON IRRITABILE DIETA - Nella sindrome da colon irritabile con stipsi servono generalmente più fibre e più acqua, possono aiutare anche cibi diversamente lassativi come i kiwi e fattori probiotici.

Differentemente dalla stipsi dovuta a scarsità di fibre e acqua nella dieta, la stitichezza associata a sindrome del colon irritabile non è direttamente correlata a queste due componenti nutrizionali; detto ciò, queste possono certamente influire sulla sintomatologia.

È importante tenere a mente che la severità, per così dire, delle manifestazioni può avere eziologia multipla, di conseguenza può giovare di correzioni dietetiche e/o comportamentali anche differenti.

Peraltro, il fatto che non vi sia una correlazione diretta con questi due elementi dietetici indica che, di solito, anche l'assunzione di 30 g di fibre e 1,5-2 litri di acqua al giorno non riesce a normalizzare la funzionalità intestinale.

L'assunzione di probiotici associati a prebiotici è, talvolta, positiva sui sintomi. Si tratta comunque di una correlazione debole, ma meritevole di considerazione.

La terapia nutrizionale è comunque indispensabile a differenziare una stipsi dieta-dipendente da una sindrome da colon irritabile psicogena.

SINDROME COLON IRRITABILE DIETA -

Articolo letto: 247 volte
Categorie: , Salute


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook