Basta poco per essere letteralmente “perseguitati” da Equitalia, come per esempio non pagare il canone Tv e dopo una serie di solleciti pagamenti ecco arrivare la cartella da parte di Equitalia.

Milano
07:30 del 14/06/2018
Scritto da Sasha

Il peggiore incubo degli italiani, oggi come oggi è diventato Equitalia, ovvero la società a partecipazione pubblica italiana, incaricata per la riscossione dei tributi su tutto il territorio italiano tranne che in Sicilia.

Basta poco per essere letteralmente “perseguitati” da Equitalia, come per esempio non pagare il canone Tv e dopo una serie di solleciti pagamenti ecco arrivare la cartella da parte di Equitalia.


Il governo ha però negli ultimi periodi cambiato alcune disposizioni riguardo le riscossioni da parte di Equitalia che permettono ai cittadini di poter trovare delle soluzioni per non pagare le somme dovute. Certo, il modo più semplice per non trovarsi in queste spiacevoli situazioni è quello di pagare regolarmente le tasse, ma trovandoci in un periodo di pura e profonda crisi come questo, e soprattutto senza lavoro, non è sempre facile restarne fuori e quindi non è così difficile non trovarsi ad avere qualche tassa, bolletta o multa non pagata.

Ma come vi abbiamo anticipato, esisterebbero dei metodi legali per non pagare i debiti ad Equitalia, ovvero: – per quanto riguarda la vostra casa, state tranquilli perchè il pignoramento potrà avvenire soltanto qualora abbiate dei debiti superiori a 120 mila euro, mentre prima il pignoramento veniva effettuato anche per debiti molto inferiori – l’ipoteca verrà applicata soltanto per debiti superiori ai 20 mila euro – inoltre, non si potrà procedere al pignoramento qualora il debitore risulti anche il proprietario e residente dell’abitazione in questione – ed ancora, il pignoramento non potrà mai avvenire se quella è l’unica casa a nome del debitore – Equitalia potrebbe effettuare il fermo amministrativo del parco macchine per la riscossione del debito, ma anche questo potrebbe non avvenire se il mezzo è l’unico a disposizione oppure se il mezzo utilizzato per lavorare – altra misura di riscossione coercitiva potrebbe essere quello del sequestro di parte dello stipendio, in vari modi e percentuali, cosa che assolutamente non può avvenire se si risulta disoccupati.

Da: QUI


Articolo letto: 359 volte
Categorie: , Economia, Guide


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook