Lo zucchero è onnipresente nel nostro cibo, nelle bevande e si nasconde addirittura in molti prodotti salati. E’ presente nel 60% dei prodotti del supermercato ma sempre più studi dimostrano che è estremamente dannoso per la salute.

Milano
07:00 del 15/09/2017
Scritto da Luca

Lo zucchero è onnipresente nel nostro cibo, nelle bevande e si nasconde addirittura in molti prodotti salati. E’ presente nel 60% dei prodotti del supermercato ma sempre più studi dimostrano che è estremamente dannoso per la salute. Questa presa di consapevolezza è avvenuta anche in Danièle Gerkens, giornalista francese, che ha deciso di trasformarla in un’avventura personale. Per un anno, ha deciso di vivere senza zucchero. I benefici fisici e psicologici che ha descritto nel suo libro “Zéro sucre : Mon année sans sucre ; Comment s’en libérer” sono davvero entusiasmanti e dovrebbero essere un incorraggiamento  fondamentale per tutti coloro che, pur conoscendo i danni dello zucchero, non riescono a smettere.

L’autrice infatti afferma che vivere senza zucchero non è una dieta ma uno stile di vita. Lo zucchero è un’invenzione moderna che per migliaia di anni della storia dell’essere umano è stato totalmente assente. Gli zuccheri naturali venivano assunti dalla frutta, dal miele e dalla fermentazione di alcuni cereali. Lo zucchero moderno in tutte le sue forme (incluso sciroppo di glucosio, sciroppo di fruttosio, ecc.) è invece un concentrato totalmente sbilanciato di zuccheri che il nostro corpo non sa e non può gestire.

I benefici psicofisici ottenuti da questa sua esperienza sono entusiasmanti, e sono da lei descritti dettagliatamente nel suo libro  “Zéro sucre : Mon année sans sucre ; Comment s’en libérer” .
In pratica dopo un anno ha riscontrato sei chili in meno, una pelle più luminosa e con meno rughe e benefici effetti non solo fisici ma anche psicologici, una digestione più efficiente senza più gonfiori, fermentazione, flatulenza e stitichezza/diarrea. Inoltre le sinusiti e le sintomatologie allergiche a cui era soggetta se ne sono andate.


La dieta a “zero zuccheri” di Danièle Gerkens

Danièle non ha negato le difficoltà incontrate nei primi due mesi, un periodo di disintossicazione dallo zucchero, dove ha provato frustrazione e depressione  che descrive come quelli di “un fumatore che decide di smettere con le sigarette”. E’ risaputo infatti che lo zucchero provoca una profonda dipendenza a livello celebrale. Noi non ce ne accorgiamo perchè consapevolmente o inconsapevolmente ogni giorno ne assumiamo una dose, ma se provassimo a staccare del tutto proveremmo esattamente le stesse sensazioni provate da Danièle.

Ma vediamo in dettaglio la dieta a “zero zuccheri” di Danièle Gerkens.

La giornalista in pratica ha adottato il sistema che si usava un tempo, quando non esistevano gli zuccheri raffinati, dolcificanti ecc, quando gli zuccheri naturali venivano assunti dalla frutta, dal miele e dalla fermentazione di alcuni cereali. Infatti certi zuccheri complessi li ha conservati nella dieta: quelli presenti naturalmente nella frutta, o gli zuccheri “lenti” della pasta e del riso.
Inoltre ha usato come come dolcificanti per dolci e dessert solo miele (naturale bio), stevia, sciroppo di riso e xilitolo, “senza abusarne per non stimolare la voglia di zucchero”.

Dopo questa avventura annuale, Danièle ha solo leggermente reintrodotto lo zucchero nella sua alimentazione, continuando per grandi linee il regime alimentare sopra descritto.

La sua avventura ha destato grande interesse tanto da finire in molti programmi televisivi francesi. Di seguito vi mostriamo un servizio a riguardo. Buona visione.


Articolo letto: 217 volte
Categorie: , Curiosità, Salute, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook