Colon irritabile? La causa potrebbe essere la sensibilità al glutine

Torino
07:30 del 28/06/2018
Scritto da Luca

Soffrite spesso di gonfiore addominale, intestino irritabile, stanchezza generalizzata e mal di testa?

Se non siete celiaci, può trattarsi di una semplice sensibilità al glutine. Si tratta di un’intolleranza “transitoria” alla proteina contenuta in elevate quantità in frumento, orzo e segale.

Soffrite spesso di gonfiore addominale, intestino irritabile, stanchezza generalizzata e mal di testa? Se non siete celiaci, la causa potrebbe essere un eccesso di glutine.

Lo studio ‘Glutox’ condotto dall’Associazione Italiana Gastroenterologi ed Endoscopisti ospedalieri e coordinato dal ‘Centro per la prevenzione e diagnosi della malattia celiaca’ della Fondazione IRCCS ha rilevato che alcune persone sono sensibili al glutine senza però essere totalmente intolleranti.

Sono state tenute sotto controllo per 12 mesi un migliaio di persone che soffrono di problemi intestinali.

Sensibilità al glutine, lo studio

Inizialmente, sono state sottoposte ad una dieta gluten free e, quando poi il prodotto è stato nuovamente assunto, ben il 26% di loro ha cominciato a manifestare sintomi gravi.


Spesso le due patologie vengono confuse per la similarità dei sintomi, ma nonostante ciò si differenziano per diverse variabili.

Innanzitutto, circa il 5-10% della popolazione soffre di sensibilità al glutine, contro solo l’1% di celiaci, che presentano dei sintomi molto più intensi.

La sensibilità al glutine inoltre è un’intolleranza “transitoria” e non cronica alla proteina contenuta in elevate quantità in frumento, orzo e segale.

I risultati della ricerca dimostrano che per combattere il gonfiore addominale e l’intestino irritabile basta una terapia basata sulla dieta, proprio come quella utilizzata dai celiaci.

A differenza di questi ultimi, i sensibili al glutine possono però alternare periodi di astinenza a fasi in cui assumono regolarmente la sostanza.

Nella maggior parte dei casi i sintomi gastrointestinali vengono attribuiti alla sensibilità al glutine solo quando non vengono trovate altre cause che li provocano.

Le ricerche future si propongono di scoprire un metodo per riconoscere fin dal primo momento il disturbo, senza arrivare ad una diagnosi semplicemente per esclusione

Da: QUI


Articolo letto: 153 volte
Categorie: , Curiosità, Salute, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook