Polemiche a Belluno: pare che abbiano impedito ad un bambino autistico di prendere parte al catechismo

Belluno
13:04 del 13/12/2014
Scritto da Gerardo

Oltre alla scuola un altro luogo importante per la nostra educazione è sicuramente rappresentato dal catechismo. Di solito, frequentiamo il catechismo per iniziare il percorsi di avvicinamento ad alcuni sacramenti come la confessione e la comunione ma anche per la cresima. Si tratta di centri di aggregazione che dovrebbero aiutare i bambini anche dal punto di vista sociale.

Il diritto al catechismo dovrebbe essere garantito anche ai diversamente abili o a coloro che sono affetti da rare patologie. E' vero, rispetto alla scuola è difficile poter contare su insegnanti di sostegno e, quindi, su un'assistenza specifica ma non bisogna dimenticare che catechismo vuol dire chiesa e, di solito, una chiesa dovrebbe accogliere tutti.

E' scoppiata la polemica a Belluno in seguito all'allontanamento dalle lezioni del catechismo di un bambino di otto anni affetto da autismo. Il provvedimento è stato giustificato con l'ammissione che il bambino disturbasse la classe. Una decisione strana, se si considera che insieme al bimbo c'era sempre sua madre. In segno di solidarietà ma anche di protesta i genitori degli altri bimbi hanno organizzato una sorta di sciopero delle lezioni. Chiesto anche l'intervento del vescovo.


Articolo letto: 944 volte
Categorie: Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook