COSA VEDERE SEATTLE - Seattle è detta anche Emerald City, la città smeraldo, nickname guadagnato grazie al verde presente ovunque e alla folta vegetazione che circonda la città.

Genova
20:30 del 22/06/2018
Scritto da Luca

COSA VEDERE SEATTLE - Seattle è detta anche Emerald City, la città smeraldo, nickname guadagnato grazie al verde presente ovunque e alla folta vegetazione che circonda la città.

Ma non è il solo nomignolo che le è stato affibbiato nel corso degli anni. È anche conosciuta come The Rainy City (lacittà piovosa), The Gateway to Alaska (la porta verso l’Alaska), The Big Barista (per le compagnie di caffè e per la quantità che ne viene consumata dai suoi abitanti) e Jet City (per la presenza della Boeing).

COSA VEDERE SEATTLE - Comunque la vogliate chiamare, è la città più grande del Pacific Northwestovvero la regione Nord occidentale degli Stati Uniti che si affaccia sull’Oceano Pacifico. Fa parte dello stato di Washington ed è situata a poche miglia dal confine col Canada e dalla splendida Vancouver, con la quale divide lo Stretto di Georgia. L’acqua è una costante della città, sia per le frequenti piogge sia per la particolare collocazione geografica: c’è acqua dappertutto e nessuno pare dispiacersene.


COSA VEDERE SEATTLE - Seattle è una delle città più tecnologiche al mondo, quella con la più alta percentuale di abitanti laureati (53,8%) di tutti gli Stati Uniti, arrivati per lavorare in aziende come Microsoft, Boeing, Amazon e Real Networks. Non è una città grandissima, ha circa 600mila residenti e offre un’altissima qualità della vita: chi ha l’opportunità di viverci per qualche tempo, non vuole più andare via. È diventata famosa negli anni novanta per essere stata la patria della musica grunge e di gruppi come i Nirvana, i Pearl Jam, Soundgarden e Alice in Chains, oltre ad aver dato i natali alla leggenda del rock Jimi Hendrix.

Pike Place Market – un mercato coperto che si sviluppa su diversi livelli, e che è un pezzetto della storia di Seattle. Qui si può comprare di tutto, dall’artigianato al pesce fresco, ma la parte più interessante è quella piena di negozietti vintage che vendono cianfrusaglie e oggetti curiosi.

Il simbolo di Pike Place Market è Rachel the Piggy Bank, il salvadanaio a forma di scrofa a grandezza naturale che dal 1986 se ne sta di fronte al mercato a raccogliere fondi per i servizi sociali del quartiere. Se hai fame c’è l’imbarazzo della scelta: un luogo storico è il fornaio russo Piroshki Piroshki, dove mangiare questi famosi piroshki. Devo dire la verità? Buoni, ma non mi hanno particolarmente colpita.


EMP Museum – il museo più divertente del mondo! Sarei tornata qui a giocare ogni giorno… un museo interamente dedicato ai pilastri della mia formazione culturale: il rock, il cinema sci-fi e horror, i videogames e la pop culture in generale. Ci sono sezioni dedicate a Jimi Hendrix e ai Nirvana, spazi per suonare uno strumento e registrarsi e mostre dedicate al fantasy e ai videoclip. Un museo completamente interattivo dove si può passare un’intera giornata e divertirsi come adolescenti che marinano la scuola.

Chihuly Garden and Glass – Dale Chihuly è un artista di Seattle che ha imparato l’arte del vetro soffiato a Murano negli anni ’60, e l’ha riportata in America reinterpretandola in stile americano, e cioè più grosso e più pop. Le sue sculture sono colorate e fantasiose ai limiti dello psichedelico, spesso enormi e sempre sorprendenti. Prima si visita il museo, e poi si esce negli splendidi giardini, dove le sculture di vetro di Chuhuly sono messe in rapporto con la vegetazione vivente e con l’architettura di Seattle che circonda il giardino.

Space Needle – Costruito in occasione dell’Expo del 1962, lo Space Needle è una torre alta 184 metri con una forma che ricorda le case dei Jetsons, il cartone animato sul futuro. Alcuni lo trovano brutto (la Lonely Planet per esempio), ma a me piace proprio perché sembra uscito da un fumetto sci-fi. Sono salita fino in cima con una corsa in ascensore da brivido, e il panorama a 360 gradi su Seattle è meraviglioso. Ho avuto la fortuna di beccare una giornata di sole con l’aria molto limpida e la vista arrivava fino alle Cascade Mountains e all’immenso e innevato Mount Rainier.

Giro in barca – era compreso nel carnet del Seattle City Pass, e anche se a prima vista può sembrare la classica cosa da turisti, è stata un’ottima occasione per vedere Seattle dal mare, scattare delle belle foto e conoscere qualcosa di più sulla storia della città e dei suoi edifici, man mano che si vedono scorrere di fronte. La compagnia con cui ho fatto il giro in barca è la Argosy Cruises (credo sia l’unica): le imbarcazioni partono dal molo 55 del Waterfront, proprio sotto a Pike Place Market.


Articolo letto: 72 volte
Categorie: , Luoghi da visitare


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook