E' giusto difendere i tifosi quando vengono colpiti ingiustamente ma è doveroso condannarli quando si comportano male: ecco cosa è accaduto dopo il derby Foggia-Barletta

Foggia
13:07 del 24/12/2014
Scritto da Gerardo

Allo stadio si dovrebbe andare per assistere semplicemente alla partita della propria squadra del cuore. Al termine delle gare ognuno dovrebbe fare ritorno a casa, qualunque sia l'esito della gara. Ormai gli stadi italiani non sono più luogo di divertimento ma sempre più teatro di violenti scontri tra tifoserie e poliziotti.

L'impressione è che ormai la gente vada allo stadio solo e unicamente per dare sfogo al proprio istinto violento. Anche per questo motivo, ormai, in Italia gli stadi sono sempre più vuoti. Inoltre, non sempre le forza dell'ordine sono in grado di gestire al meglio situazioni del genere e di valutare bene i rischi che ogni partita nasconde.

Doveva essere semplicemente un derby e, invece, si è trasformato in una guerriglia. Al termine della sfida tra Foggia e Barletta, all'esterno dello stadio Zaccheria si sono registrati violenti scontri tra la tifoseria di casa e le forze dell'ordine. Tra lanci di lacrimoggeni da parte degli agenti e lanci di pietre da parte dei tifosi la situazione è degenerata, con diversi arresti e feriti.


Articolo letto: 900 volte
Categorie: Calcio, Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook