NUOVA ONDA GRAVITAZIONALE, TUTTI I DETTAGLI - Una stella di neutroni con una massa che non arriva a tre volte quella del Sole 900 milioni di anni fa venne «mangiata» da un buco nero con una massa cinque volte quella della nostra stella.

Milano
14:30 del 20/08/2019
Scritto da Gerardo

NUOVA ONDA GRAVITAZIONALE, TUTTI I DETTAGLI - Una stella di neutroni con una massa che non arriva a tre volte quella del Sole 900 milioni di anni fa venne «mangiata» da un buco nero con una massa cinque volte quella della nostra stella.

Potrebbe essere stato questo lo scenario («ma mancano ancora mesi di analisi dei dati per arrivare alla certezza», avvertono gli scienziati con cautela) che generò un’onda gravitazionale che, dopo aver viaggiato attraverso l’Universo, il 14 agosto alle 23,11 (ora italiana) ha attivato i tre rivelatori addetti alla scoperta delle onde gravitazionali: Virgo (a Cascina presso Pisa) e i due strumenti Ligo (in Louisiana e nello Stato di Washington negli Stati Uniti).

NUOVA ONDA GRAVITAZIONALE, TUTTI I DETTAGLI - La particolarità di questa scoperta risiede nel fatto che è la prima volta che si scopre un’onda gravitazionale generata da un buco nero che ingloba una stella di neutroni. «Abbiamo festeggiato il Ferragosto con due ore di teleconferenza; avevamo subito capito che si trattava di una cosa grossa», ha illustrato Giovanni Prodi, dell’Università di Trento e dell’Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn), coordinatore di Virgo.

NUOVA ONDA GRAVITAZIONALE, TUTTI I DETTAGLI - «Se confermato, ma ribadisco che mancano ancora molte analisi, questo sarebbe il segnale che inseguiamo da tempo per inaugurare una nuova sezione: l’astronomia multimessaggera», spiega Giovanni Prodi. «Finora avevamo registrato solo segnali della fusione di due buchi neri o di due stelle di neutroni.


Questa sarebbe la prima coppia mista e potrebbe rivelarci quanto sono frequenti questi sistemi binari buco nero-stella di neutroni, fornendo anche informazioni preziose sulla materia e il comportamento delle stelle di neutroni, che sono oggetti estremamente densi e compatti».

I dati provenivano da tutti e tre i rivelatori di onde gravitazionali collocati sulle due sponde dell'oceano Atlantico, ovvero, Virgo (interferometro alle porte di Pisa dell'Osservatorio Gravitazionale Europeo Ego) e le due macchine del rivelatore USA Ligo della National Science Foundation. Le macchine in questione sono poste rispettivamente a Washington e Louisiana. Tutte e tre hanno creato una triangolazione per centralizzare con maggior precisione la parte di cielo da cui si è sprigionato il segnale, lontano da noi circa 900 anni luce. Giovanni Prodi, entusiasta di quanto avvenuto, ha dichiarato: "La probabilità che si tratti di un'onda gravitazionale genuina è superiore al 99%".

Lo studioso ha poi aggiunto: "Le analisi condotte nelle prime 12 ore fanno intendere che ci troviamo davanti a una stella di neutroni ingoiata da un buco nero: se confermato, questo sarebbe il segnale che inseguiamo da tempo come il ricercato numero uno della nuova astronomia multimessaggera, perché finora avevamo registrato solo segnali della fusione di due buchi neri o di due stelle di neutroni. Questa sarebbe la prima 'coppia mista' e potrebbe rivelarci quanto sono frequenti questi sistemi binari buco nero-stella di neutroni, fornendo anche informazioni preziose sulla materia e il comportamento delle stelle di neutroni, che sono oggetti estremamente densi e compatti".


Articolo letto: 71 volte
Categorie: , Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook