Scie chimiche: enigma diabolico nei cieli o bufala? | Andiamo a scoprire le caratteristiche principali delle scie chimiche.

Genova
13:00 del 15/11/2014
Scritto da Gerardo

Capitolo Scie chimiche: Le Scie chimiche sono una teoria complottistica che mirano a screditare governi e stati. Secondo queste persone, infatti, i governi lascerebbero nell’aria sostanze chimica dannose per la Salute per ridurre la popolazione, da decenni in forte crescita.  Le teoria dell'esperimento militare per controllare interi paesi da assediare è plausibile, quanto terrificante. 

Come succede sempre in questi casi, ci sono le teorie che escludono il complotto e quelle che invece lo alimentano: sta di fatto che le scie sono presenti eccome in tutti i cieli ( fateci caso ); viene da chiedersi come mai vengano spesi tutti questi capitali per far volare gli aerei che rilasciano le scie ( a quanto pare sono ovunque ).. sarà per un semplice esperimento climatico? Noi crediamo che purtroppo ci sia qualcosa di molto più grosso dietro e che la teoria dell'esperimento biologico per creare un'arma sia molto di più che una semplice teoria.

Avendo a che fare con i gran democratici e "buoni" per antonomasia americani, che hanno fatto esperimenti con le radiazioni nucleari su pazienti ignari di tutto all'interno degli ospedali, che hanno testato chissà quali schifezze sui difensori del loro sistema dell'esercito durante le varie guerre ( vedasi sindrome del golfo, repellenti per zanzare che causano cirrosi epatica, danni al sistema nervoso provocati da eccitanti attualmente ancora commercializzati in bevande "energetiche") e nutrono i loro consumatori, fonte di vita per il capitale, con le diete più micidiali dopo quelle di Buchenwald, Dachau e Sobibor, possiamo dire che è più che probabile che qualcosa di oscuro ci sia dietro alle scie chimiche.

Per altri, invece, è solo un’enorme menzogna. Un modo come un altro per non incolparci sul riscaldamento globale. Le scie chimiche rimangono per loro solo semplici scie di condensazione degli aerei. Però c’e’ una cosa molto importante da dire, ovvero quando le scie di condensazioni rimangono per molto tempo in aria e non si dissipano, vuol dire che nell'aria è presente un forte tasso di umidità quindi le scie non si dissolvono in poco tempo, come le altre.

Da circa 7-8 anni alcune zone d'Italia sono state prese a campione per sperimentare il cosiddetto "antineve", la stessa tecnica usata durante le olimpiadi di pechino per evitare le piogge e a Mosca per evitare la neve. Una di queste regioni è l'Umbria, che non a caso, nonostante sia tra le zone più fredde del paese, è stata "casualmente" risparmiata dalle grandi nevicate di dicembre scorso e degli ultimi 2-3 anni. La neve è caduta lungo tutto il confine regionale ma non all'interno. Ci sono diversi dibattiti al riguardo sul web. Inoltre c'è l'Haarp, esperimento Usa inizialmente bellico e poi trasformato in una collaborazione di pace con tutto l'occidente. Probabilmente perchè gli americani non sono stati in grado di portare a termine l'esperimento, evidentemente di qualcun altro. Collaborano diversi scienziati Italiani con successo. Ad ogni modo l'Haarp è un progetto basato sulla Manipolazione atmosferica tramite onde elettromagnetiche. Secondo molti addetti ai lavori questi dispositivi sono in grado di provocare scosse telluriche anche di grande intensità. Abbiamo analizzato il fenomeno. Voi da che parte state? Ecco un video per ulteriori approfondimenti.


Video

Articolo letto: 1154 volte
Categorie: Denunce, Editoria


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Scie chimiche -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook