Schiacciato dal tornio: muore umile artigiano | L’analisi di Italiano Sveglia

Varese
11:59 del 10/01/2015
Scritto da Gerardo

I bruttissimi fenomeni di morte bianca sul lavoro sono ormai all’ordine del giorno in questa penisola malata. Soprattutto perché mancano le giuste condizioni di lavoro e ogni persona rischia la propria vita ogni santo giorno soltanto per portare il pane a casa. Ecco l’accaduto di Varese.

Stava lavorando al tornio della sua azienda in via per Legnano, l'artigiano Pierino Aurelio Pigni di Fagnano Olona che è morto quest'oggi, venerdì, sul posto di lavoro. Aveva 74 anni e stava lavorando da solo al macchinario, come sempre, nel suo laboratorio nonostante fosse ormai in pensione da tempo. A trovarlo ormai esanime, attorno alle 13, la moglie che non lo ha visto rincasare per pranzo e che ha chiamato i soccorsi ma l'uomo era già morto, schiacciato dal macchinario per cause ancora da accertare.

Sul posto, oltre al personale medico del 118 che nulla ha potuto, sono intevenuti anche i carabinieri di Fagnano Olona e l'Asl che ha condotto gli accertamenti per ricostruire quanto avvenuto nella piccola officina. Il sindaco di Fagnano Olona, Federico Simonelli, informato dell'accaduto, esprime il suo cordoglio alla moglie e alla famiglia tutta: «Non lo conoscevo direttamente ma non posso che esprimere le mie condoglianze ai suoi familiari per la grave perdita» - ha detto il primo cittadino.


Articolo letto: 586 volte
Categorie: Cronaca


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Cronaca Varese -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook