A Capaccio, in provincia di Salerno, un profugo ha tentato di accoltellare il proprietario del centro accoglienza

Salerno
08:45 del 04/08/2015
Scritto da Gerardo

A Capaccio, in provincia di Salerno, un profugo ha tentato di accoltellare il proprietario del centro accoglienza. Come riportaottopagine.it, solo l'intervento dei carabinieri ha evitato che l'episodio finisse in tragedia. M.B., anni 32, del Gambia, aveva avuto una violenta lite con altri ospiti del centro "El Pueblo" in via Hera, nel salernitano. Per sedare la rissa è intervenuto il titolare del centro profughi e il gambese ha tentato di accoltellarlo.

L'uomo avrebbe problemi con l'alcol e nell'ultimo mese sarebbe stato trasporatato più di una volta al Sert di Agropoli. Gli operatori credevano che il gambese fosse guarito, ma ieri sera ha avuto un altro raptus di follia. Durante la furoisa lite, l'uomo sarebbe stato fermato dal titolare della struttura e avrebbe reagito male. Ha preso un coltello da cucina e avrebbe minacciato il titolare. Leone ha allarmato le forze dell'ordine. I carabinieri hanno ammanettato il giovane: era ubriaco e ora è in stato di fermo. 


Articolo letto: 992 volte
Categorie: Cronaca


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Carmine

04/08/2015 09:13:37
Che vi aspettate da una massa di selvaggi? In questi giorni leggo spesso di aggressioni, addirittura stupri, atti di violenza in ordine sparso, blocchi di strade, fino alle rivolte di immigrati perché il cibo non è quello della loro cucina etnica. L'Italia della cosiddetta accoglienza, una delle peggiori sciagure dovute all'approccio ideologico che anima qualsiasi azione delle sinistre.
4

Ricerche correlate

Profughi - Immigrazione - Immigrati - Salerno -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook