L‘ISTITUTO DELLA RISERVA SELEZIONATA CARABINIERI È DISCIPLINATO DAL COMBINATO DISPOSTO DELL’ARTICOLO 674 DEL DECRETO LEGISLATIVO 15 MARZO 2010, N.66 (CHE HA RIASSETTATO L’ARTICOLO 4 DEL REGIO DECRETO 16 MAGGIO 1932, N. 819)

Bari
11:00 del 11/03/2017
Scritto da Gregorio

LISTITUTO DELLA RISERVA SELEZIONATA CARABINIERI È DISCIPLINATO DAL COMBINATO DISPOSTO DELL’ARTICOLO 674 DEL DECRETO LEGISLATIVO 15 MARZO 2010, N.66 (CHE HA RIASSETTATO L’ARTICOLO 4 DEL REGIO DECRETO 16 MAGGIO 1932, N. 819) – CUI È STATA DATA ATTUAZIONE CON IL DECRETO DEL MINISTRO DELLA DIFESA 20 MAGGIO 2015 – E DELL’ARTICOLO 987 DEL MEDESIMO DECRETOLEGISLATIVO.

La Riserva Selezionata nasce dall’esigenza di disporre di un bacino di personale – uomini e donne – in possesso di particolari professionalità d’interesse per l’Arma, non compiutamente disponibili nell’ambito della stessa per soddisfare eventuali esigenze operative, addestrative e logistiche.

Per alimentare la Riserva Selezionata, tali professionalità potranno essere reperite tra:

a. gli Ufficiali di complemento in congedo dell’Arma dei Carabinieri;

b. i professionisti provenienti dalla vita civile in possesso dei requisiti indicati nel citato DM 20 maggio 2015.

L’iscrizione nella Riserva Selezionata dei professionisti provenienti dalla vita civile è subordinata al conferimento della nomina ad Ufficiale di complemento ai sensi dell’articolo 674 del citato decreto legislativo del 2010 n.66.

Il provvedimento di nomina – che riveste carattere di eccezionalità poiché contraddistinto dall’assenza di un pubblico concorso, ma soggetto al preventivo superamento di tutte le fasi previste dall’iter selettivo – può essere adottato nei confronti di “cittadini italiani in possesso di spiccata professionalità che diano ampio affidamento di prestare opera proficua nelle Forze Armate”.

La speciale procedura di nomina a Ufficiale dell’Arma dei Carabinieri è, quindi, rivolta a personale che fornisca la disponibilità al richiamo per l’impiego sul territorio nazionale ovvero per missioni all’estero, in possesso – oltre che delle professionalità e dei requisiti nel dettaglio di seguito indicati – anche del richiesto bagaglio di esperienze lavorative e di una maturità professionale coerenti con il titolo di studio e l’età indicati.

REQUISITI RISERVA SELEZIONATA CARABINIERI

Gli Ufficiali di complemento e i professionisti provenienti dalla vita civile, per poter accedere al bacino della Riserva Selezionata, devono rispettare i seguenti requisiti, indicati nel richiamato DM 20 maggio 2015:

a. avere la cittadinanza italiana;


b. possedere le qualità di moralità e condotta stabilite dall’art. 26 della Legge 1° febbraio 1989, n. 53;

c. non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso per delitti non colposi;

d. non prestare servizio in altra Forza Armata in qualità di Ufficiale o Sottufficiale;

e. non prestare servizio nelle Forze di Polizia ad ordinamento Civile, nel Corpo della Guardia di Finanza e nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco;

fnon appartenere alle Forze di Completamento volontarie delle altre Forze Armate;

g. non appartenere al Ruolo Normale Mobile del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana;

h. non essere stati dichiarati obiettori di coscienza ovvero ammessi a prestare servizio civile ai sensi della Legge 8 luglio 1998, n. 230, se appartenenti a classe interessata alla chiamata di leva, salvo quanto previsto dall’articolo 636, comma 3, del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n.66;

i. non essere stati giudicati permanentemente non idonei al Servizio Militare;

j. non essere stati dimessi d’autorità da precedenti ferme nelle Forze Armate e nelle Forze di Polizia;

knon aver superato i limiti d’età che la legge stabilisce per l’impiego degli Ufficiali di complemento in congedo. Considerato, infatti, che la nomina ad Ufficiale è esclusivamente finalizzata a soddisfare esigenze di impiego dell’Arma dei Carabinieri, non sarà possibile procedere all’avvio dell’iter per professionisti che abbiano superato o siano in procinto di superare i predetti limiti di età;

lessere in possesso di una delle seguenti lauree (laurea magistrale, specialistica o del vecchio ordinamento universitario) e, ove previsto dalle norme vigenti, della relativa abilitazione all’esercizio della professione e iscrizione all’albo professionale, nonché del connesso titolo di studio post-universitario stabilito per il ruolo di appartenenza e il grado conferito.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Coloro che sono interessati a far parte della Riserva Selezionata Carabinieri dovranno inoltrare formale istanza in carta semplice, corredata di copia di un documento di identità in corso di validità, dell’autocertificazione relativa al servizio militare, della “Dichiarazione di disponibilità al richiamo in servizio” e di un dettagliato curriculum vitae et studiorum compilato in ogni sua parte secondo il formato UE-Europass (modelli di domanda per il personale civile e per gli Ufficiali appartenenti alle Forze di Completamento nel box “Modulistica”).

L’istanza, completa di tutta la documentazione necessaria dovrà essere inviata:

a. cnsrconcuff@pec.carabinieri.it del Centro Nazionale di Selezione e Reclutamento del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

Le domande dovranno essere inviate dal 10 marzo 2017 al 20 marzo 2017 (fa fede la data di invio della PEC ovvero del timbro postale). Le istanze inviate al di fuori delle date sopra indicate, non autografate o incomplete della documentazione richiesta non verranno prese in considerazione e saranno archiviate.

Si rappresenta, pertanto, che non verrà fornita risposta alle istanze di candidati non in possesso dei requisiti richiesti. Si evidenzia che le comunicazioni di risposta verranno effettuate utilizzando lo stesso mezzo con cui è stata ricevuta l’istanza.

DISPOSIZIONI COMUNI E CLAUSOLA FINALE

In relazione alle esigenze d’impiego, la ferma degli Ufficiali della Riserva Selezionata può essere preceduta da un percorso addestrativo e di aggiornamento della durata di circa un mese presso la Scuola Ufficiali Carabinieri in Roma. Il superamento del relativo corso formativo può essere vincolante ai fini dell’ammissione alla ferma necessaria per il richiamo in servizio.

Per ulteriori informazioni è si consiglia di leggere il comunicato integrale dei Carabinieri, disponibile qui.

Da: QUI


Articolo letto: 237 volte
Categorie: , Guide, Lavoro


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Paolo

11/03/2017 16:30:43
Sicuramente fare domanda nell'arma dei carabinieri è una cosa bella. E' un lavoro molto difficile ma con tante soddisfazioni per chi ha la passione di fare il carabiniere. E' una grande soddisfazione.
8

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook