Riparano i campi rom, ma chi aiuta gli italiani? Ecco perché il governo fa a “chi figli” e a “chi figliastri”

Trapani
14:22 del 12/02/2015
Scritto da Gerardo

Quello dei rom è un problema che esiste da sempre, e dipende dal fatto che la nostra società è tradizionalmente ostile al nomadismo. I nomadi vengono visti come un elemento di instabilità, chi non ha radici territoriali e non prende dimora fissa viene visto con sospetto e come una minaccia; si pensa che sia incivile, che non abbia rispetto per le regole, che rubi, che viva di elemosina. Purtroppo - bisogna ammetterlo - in molti casi queste cose sono anche vere.

Ora però, non pensiamo che si comportino così per il fatto di essere rom o perchè sono nomadi. Non è che il rispetto delle regole e delle norme di convivenza civile sia inscritto nel codice genetico dei rom e dei nomadi. E' solo che risentono di una ghettizzazione e quando ti senti ghettizzato diventi ostile alla società che ti "ospita". E' ovvio che se si destinassero soldi per migliorare la condizione dei campi rom, se magari gli si desse il riscaldamento smetterebbero di fare i fuochi e di bruciare la plastica, se i loro bambini andassero a scuola tutti i giorni invece che un giorno sì e uno no... si eviterebbero casi casi come quelli che sentiamo ogni giorno in tv. Ma è ovvio che queste cose costano soldi e siccome di soldi ce ne sono già pochi, chi pensa veramente di destinarli a loro? Qui c’è bisogno di chi aiuta gli italiani!

Le migrazioni degli zingari che hanno interessato l'Italia sono state principalmente tre: in seguito alla fine della Seconda guerra mondiale, dalla Croazia; tra fine degli anni sessanta e l'inizio degli anni settanta, in seguito al terremoto che devastò la Macedonia (Skopje), ed a partire dal 1987, con il grande esodo che ha visto i rom fuggire dalla guerra nella ex Jugoslavia, principalmente dalla Bosnia ed Erzegovina e dal Kosovo, e poi dalla fine del socialismo reale nei paesi dell'Europa orientale.

Si puo' dire che gli italiani siano un ramo del popolo Rom. Infatti, dopo l'approvazione dello Statuto Albertino, che primo in Europa garantiva la piena cittadinanza ad ebrei e zingari, questi affluirono in gran numero nel Regno di Sardegna prima e in quello di Italia poi. Per non parlare del grande afflusso di Rom balcanici che vennero assimilati alla popolazione italiana dopo il matrimonio di Vittorio Emanuele III con la principessa tsigana Elena di Montenegro. Oggi la percentuale di italiani di origine zingara e' praticamente incalcolabile ma dovrebbe essere una larga maggioranza, seppure si sia persa la lingua di origine. Da qui il famoso proverbio "italiani e Rom: una feccia, una razza".


Articolo letto: 1838 volte
Categorie: Cultura, Economia, Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensate dei Rom?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Anna

12/02/2015 14:26:04
Avranno il loro stile di vita e le loro usanze ma qui non siamo casa loro..Non mi sembra giusto attaccarsi a questi discorsi delle loro tradizioni, non sono una persona razzista..ma non riesco a non arrabbiarmi quando vedo del marcio... Mi dispiace dirlo ma tutti gli zingari che mi capita di incontrare per strada o che vedo in televisione nel gazzettino ragionale sono ladri, cercano sempre di fregarti in qualche modo.
5

Giovanni

12/02/2015 14:25:53
Si vogliono integrare? no, non hanno nessuno interesse ad adattarsi alla nostra cultura; perchè nessuno denuncia la schiavitù che impongono alle loro donne e bambini? dove sono le tante decantate associazioni che li difendono Commettono criminalità? se non lavorano, dove vengono presi tutti quei soldi? i bambini vengono educati fin da piccoli all'arte del borseggio
3

Gerardo

12/02/2015 14:25:41
Beh dipende quelli che vivono nella mia città (hanno occupato abusivamente un intera zona vicino alla mia scuola) non sono cittadini normali con una loro cultura, usanze e stili di vita anzi vivono solo di droga, prostituzione e ultimamente ho saputo anche che si fanno pagare per far abortire ragazze dell'est che si prostituiscono!
4

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook