La città romagnola, punto di riferimento per il divertimento di luglio e agosto, non è solo mare e discoteca. Inaugurata una mostra sull'arte russa che conferma la vocazione europea della città...

Rimini
00:04 del 31/07/2014
Scritto da Albertone

Se pensavate che Rimini fosse solo mare, spiaggia e discoteca, vi sbagliavate di grosso. La capitale dell'Adriatico, il punto di riferimento per i giovani di mezza Europa e di tutta l'Italia, è molto di più. Naturalmente, sulla costiera romagnola guai ad obiettare delle capacità attrattive del territorio, dove si alloggia con pochi soldi per 365 giorni all'anno e si possono fare e trovare sempre nuove esperienze. Insomma, il divertimento è assicurato praticamente per tutti. Eppure, la Provincia dell'Emilia Romagna ormai da anni guarda oltre. La vocazione turistica non passa in secondo piano, ma l'obiettivo è quello di dare a tutti gli ospiti quel qualcosa in più rispetto a notti brave e giornate nei parchi acquatici. In caso di pioggia, o per stupire ancor di più i turisti, Rimini inaugurerà con l'inizio di agosto e fino al 14 settembre un'esposizione davvero originale.

Una di quelle chicche che fanno intendere come da queste parti si sia avanti anni luce rispetto al resto dello Stivale. E, non a caso, qui la crisi si sente meno che altrove. L’arte russa contemporanea sbarca a Rimini con “Russiart-Tra sogni e metafore. Da San Pietroburgo l’arte russa contemporanea in mostra a Rimini” che verrà ospitata presso il Palazzo del Podestà in Piazza Cavour. Un appuntamento con tre artisti russi, Armen Gasparyan, Olga Suvorova e Igor Samsonov, promosso e finanziato dalla Galleria Artseverina di Mosca, con l’obiettivo di valorizzare l’arte contemporanea russa anche fuori dai propri confini. Più di cinquanta dipinti ad olio su tela e quaranta dipinti su carta. Perchè proprio a Rimini un evento del genere? Naturalmente perchè da qui, dal mese di giugno alla fine di settembre, passano decine di migliaia di persone che provengono da tutta Italia, da tutta Europa e naturalmente anche dalla Russia. E qui, anche loro, possono trovare una traccia del paese d'origine.

Un po' come se Parigi, nei mesi di maggiore afflusso turistico, decidesse di riservare alcune sale del centro ad una mostra dedicata alla storia medievale italiana. Ci sentiremmo o no un po' tutti a casa? In fin dei conti, l'orgoglio patriottico è presente in tutti i popoli e coltivare quello russo di certo non fa male. In fin dei conti, i turisti che arrivano da Mosca e dintorni hanno i portafogli pieni di rubli ed euro che non vedono l'ora di spendere dove trovano affetto e calore. E Rimini ha pensato anche a questo. “Mi auguro che la collaborazione con l'Italia, e in particolare con Rimini, attraverso gli straordinari artisti russi protagonisti di questa mostra - afferma la gallerista Svetlana Severina - sia solo un primo passo. È infatti mia intenzione sviluppare il gemellaggio appena iniziato con l’Italia, portando anche artisti italiani a Mosca, come è già successo con il riminese Davide Frisoni che fa parte della scuderia della mia galleria!”.

La mostra vuole essere un omaggio alla numerosa comunità di lingua russa presente nel territorio riminese e vuole contribuire a rafforzare i rapporti fra la cultura russa e quella italiana. Perchè alle volte il mare può non bastare per far girare l'economia, e serve far girare... le rotelle per andare oltre. Rimini, a quanto pare, ha avuto l'idea giusta...


Articolo letto: 3356 volte
Categorie: Arte, Cultura, Curiosità


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

rimini - russi - arte - mostra - spiaggia -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook