RIFIUTI ROMA, SITUAZIONE INGESTIBILE - Nelle ultime settimane è tornata di interesse nazionale la cosiddetta “crisi dei rifiuti a Roma”, che periodicamente ritorna in prima pagina sui quotidiani e nei telegiornali.

Roma
11:00 del 05/07/2019
Scritto da Alberto

RIFIUTI ROMA, SITUAZIONE INGESTIBILE - Nelle ultime settimane è tornata di interesse nazionale la cosiddetta “crisi dei rifiuti a Roma”, che periodicamente ritorna in prima pagina sui quotidiani e nei telegiornali.

RIFIUTI ROMA, SITUAZIONE INGESTIBILE - Come ha spiegato il 2 luglio in commissione Trasparenza al Comune di Roma Paolo Longoni – l’amministratore delegato di Ama Roma, società responsabile della raccolta e lo smaltimento di rifiuti nella Capitale – il problema principale della città è che "al momento c’è un deficit di 300 tonnellateal giorno di indifferenziata".

RIFIUTI ROMA, SITUAZIONE INGESTIBILE - Secondo i dati di Ama, ogni giorno a Roma vengono raccolte circa 4.600 tonnellate di rifiuti, di cui circa 2.600 sono indifferenziati: questo significa che circa una tonnellata su nove resta in strada, e non finisce negli appositi impianti di smaltimento.

"Il rifiuto non viene ritirato perché non ci sono le necessarie capienze negli impianti di trattamento o sono inferiori alle necessità quotidiane", ha detto Longoni.

Un altro problema – ha sottolineato sempre in audizione in commissione Massimo Ranieri, amministratore delegato di Ama – è che "il 55 per cento dei mezzi sono indisponibili. Abbiamo la metà dei compattatori necessari(...). C'è anche una carenza di personale: ci sono numerose prescrizioni e molti non possono lavorare di notte, di giorno, al caldo, al freddo".


Chi si deve occupare della gestione dei rifiuti - In effetti è la Regione Lazio a doversi occupare della gestione dei rifiuti con un piano che immagazina dati e trova le soluzioni ai problemi, che però a oggi non c'è: il presidente Nicola Zingaretti avrebbe dovuto approvarne uno entro il 2018, ma così non è stato. Il piano attualmente in uso è quello del 2012, dell'allora governatore Renata Polverini.

La replica di Zingaretti: "Vergogna, venerdì farò l'ordinanza" - Dopo le accuse della Raggi, la replica piccata del presidente della Regione Lazio non è tardata ad arrivare: "Mi domando se la Raggi non provi un po' di vergogna per la sua arroganza", osserva il governatore Nicola Zingaretti, aggiungendo: "Ha ridotto la città più bella del mondo in un disastro e su ogni problema fa lo scaricabarile non assumendosi mai le sue responsabilità". "Sta spargendo i rifiuti di Roma in tutto il Lazio, in molte Regioni italiane e addirittura in diversi Paesi europei. Ovviamente con i soldi dei cittadini romani. Invece di chiedere scusa, accusa e straparla", attacca Zingaretti che poi annuncia: "Venerdì attivando i poteri sostitutivi con un'ordinanza, cominciamo a rimettere le cose a posto".

La Raggi controreplica: "Da Zingaretti solite vecchie chiacchiere" - "Come sempre Zingaretti scappa", controbatte però Virginia Raggi. "Io ci metto la faccia - prosegue, sempre via Facebook, il sindaco -. Al di là delle solite vecchie chiacchiere, trovi gli impianti dove Ama potrà finalmente portare i rifiuti di Roma. Non gli è stato chiesto nulla di più. Io ce la metto tutta, come sempre, a risolvere i problemi e non mi vergogno di difendere la mia città. Zingaretti gira l'Italia con il Pd e vuole pontificare a distanza".

Salvini: "Quanlcuno ha dormito" - Anche il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è intevenuto sull'emergenza rifiuti a Roma accusando sia il Campidoglio sia la Regione. "Non siamo interessati alle polemiche, vogliamo risolvere i problemi e tutelare la salute dei romani", ha detto. Secondo il vicepremier, se esistono solo tre impianti di trattamento rifiuti significa che "qualcuno in Regione Lazio e in Campidoglio ha dormito e non si è mosso per tempo". Per Salvini "gli unici che rischiano di fare affari sono i criminali"."In tutta Europa e in buona parte d'Italia i rifiuti sono una ricchezza e producono calore ed energia. Perché gli amministratori di Roma e della Regione Lazio non hanno seguito questo esempio negli anni passati? Come ministero dell'Interno seguiamo la vicenda con grande attenzione", ha aggiunto.

 


Articolo letto: 169 volte
Categorie: , Ambiente, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook