Durante i governi Renzi e Gentiloni il debito è aumentato di oltre 176 miliardi, la spesa corrente è lievitata di 25 miliardi e gli investimenti pubblici sono scesi al minimo storico

Milano
10:10 del 23/11/2017
Scritto da Gregorio

Ma che bellezza, davvero un ottimo lavoro fatto di sacrifici, risparmi e cercando di sprecare soldi pubblici meno possibile...
Va beh ! basta rimettere questa classe non dirigente alle loro poltrone imbottite e questo paese navigherà ancora tranquillo per la sua rotta verso l'abisso...

Ormai il copione lo conosciamo. Non appena per l'Italia si prospetta un governo stabile (a prescindere dallo schieramento) che possa riprendersi le quote di mercato perse a causa delle nostre beghe interne, ecco che arriva il "monito dell'Europa" che paventa lo spettro della famigerata "procedura d'infrazione". La strategia è prevedibile oltre i limiti dell'ovvio, ma gli strateghi non mirano all'effetto sorpresa. Piuttosto contano sull'immancabile appoggio delle minoranze che, come da secolare tradizione italica, pur di colpire l'avversario sono disposte ad affossare il Paese. Già, perché in Italia non esistono contrapposizioni politiche propriamente dette.


 

In Italia ci sono 50 milioni di Presidenti del Consiglio e ognuno ha una ricetta diversa per governare il Paese : sarebbe impensabile riunirli sotto un unico progetto, una sola bandiera con un leader di rifermento. In Italia esistono solamente beghe da condominio, nelle quali è possibile compattare l'azione di più condòmini nell'odio verso una persona, utilizzando ragioni tecniche accessorie di facciata. Prima era Craxi la rovina dell'Italia, poi Berlusconi, ora è Renzi e domani sarà chi avrà una maggioranza

2.283,7 miliardi di Euro. Un incremento annuale che è sempre stato di una 60 di miliardi annui Il debito a 130% del PIL non si risana! Il Pil che aumenta dell'1,8% NON sposta il problema di un Cent di Euro! Significa che lo sforzo dei governi, invece che risanare i conti, NON ha nessun effetto sull'andamento del DEBITO. (Debito che si alza con l'accumulo del deficit annuale) C'è una perversione a creare deficit.

Questo si dovrebbe capire. Ma il debito NON può essere risantato. E quello che è più malvagio è che le spese che si vorrebbero tagliare e le spese che si "debbono" fare NON hanno alcuna influenza sul deficit e sul debito. Insomma, che il debito lieviti oltre misura è UNA SCELTA SCELLERATA della politica. Inutile affermare che hanno preferito ridurre un po’ le tasse – per esempio con il bonus Irpef di 80 euro e l’eliminazione dell’Imu prima casa – "senza tagliare la spesa." E' colpevolizzare, è mobizzare la Nazione senza veramente dare alcuna soluzione. Chi è che può dire che La scuola, la sanità le pensioni non sono state ridotte al lumicino? QUESTE spese non siano state TAGLIATE? MALVAGIO. Ed è ora di FINIRLA.


Articolo letto: 814 volte
Categorie: , Denunce, Economia, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook