L’Inps dall'inizio di questo mese ha inviato via sms un avviso a 520mila percettori del sussidio, tra questi ha risposto circa l’80% entro il termine del 21 ottobre.

Napoli
07:20 del 29/10/2019
Scritto da Luca

REDDITO CITTADINANZA SOSPESO PER 100MILA FAMIGLIE ECCO PERCHE' - Sono circa 100mila le famiglie che non riceveranno più, già dal prossimo mese, il reddito e la pensione di cittadinanza. Una sospensione che riguarda quindi una famiglie su dieci tra le 943mila che ricevono il sussidio introdotto dal precedente governo. Perché questa sospensione? Il motivo è semplice e deriva dalla mancata integrazione della domanda presentata da molti beneficiari a marzo, prima che venissero introdotte nuove regole e nuovi requisiti per accedere alla misura. La notizia viene riportata dal Corriere della Sera sulla base dei calcoli che in questi giorni stanno effettuando all’Inps. Proprio l’istituto di previdenza negli scorsi giorni, circa tre settimane fa, ha inviato gli sms a 520mila famiglie beneficiarie del reddito che dovevano integrare i documenti presentati entro il 21 ottobre. Una scadenza che valeva, dunque, per chi aveva fatto la domanda già a marzo, prima delle modifiche parlamentari alla norma. In caso di mancato adempimento dei beneficiari ne sarebbe conseguita la sospensione fino a che le integrazioni non verranno inviate.
Reddito di cittadinanza, perché è necessaria l’integrazione della domanda

REDDITO CITTADINANZA SOSPESO PER 100MILA FAMIGLIE ECCO PERCHE' - Il reddito e la pensione di cittadinanza sono stati istituiti con il decretone approvato in Consiglio dei ministri a fine gennaio. Poi il provvedimento è stato discusso e modificato in Parlamento, con l’introduzione di regole più stringenti sui requisiti necessari per accedere alla misura. Il decretone è stato approvato dalle Camere dopo l’invio delle prime domande: già a marzo più di mezzo milione di famiglie ha presentato richiesta sulla base delle prime norme. Per questo motivo è stato previsto un periodo transitorio di sei mesi con l’assegno pagato ugualmente, in attesa di inserire le integrazioni.


REDDITO CITTADINANZA SOSPESO PER 100MILA FAMIGLIE ECCO PERCHE' - La sospensione del Rdc non è definitiva

La sospensione però non è definitiva. Come ha spiegato Marco Pellegrini, senatore del M5s, membro della commissione Bilancio "chi, per tale motivo, si fosse visto bloccare il versamento del beneficio non solo se lo vedrà riconoscere nuovamente una volta presentati questi documenti ma, laddove necessario, si troverà a prendere gli arretrati". Anche l’Inps il 4 ottobre ha fatto sapere che "per chi effettuerà l'aggiornamento dopo il 21 ottobre, la prestazione resterà sospesa sino all'acquisizione della dichiarazione".

Perché deve essere integrata la domanda

L'Inps il 4 ottobre ha spiegato che l’integrazione è necessaria perché le prime domande sono state presentate, a partire dal 6 marzo 2019, utilizzando un’istanza poi cambiata il 2 aprile 2019, a seguito delle modifiche apportate dalla legge di conversione del decreto legge istitutivo.

Cosa bisogna comunicare all’Inps

Chi ha ricevuto il messaggio dell'Inps deve siglare due dichiarazioni. Con la prima si attesta di non essere soggetto a misure cautelari né a condanne definitive negli ultimi 10 anni. Nella seconda occorre dichiarare che in famiglia non ci sono disoccupati per dimissioni volontarie. Regole ancora più stringenti per i cittadini extracomunitari che devono presentare una certificazione delle autorità dello Stato di provenienza tradotta in italiano e bollata dal consolato per accertare il possesso dei requisiti.


Articolo letto: 635 volte
Categorie: , Economia, Lavoro, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook