Quella lotta di classe che vige ancora oggi. Ecco perché le idee di Karl Marx sono ancora attuali

Frosinone
10:39 del 17/02/2015
Scritto da Gerardo

La lotta di classe esiste ancora, ed è molto più feroce di 100 anni fa. Per Karl Marx la lotta di classe è il motore della storia dell’uManità in quanto riassume in sé la contraddizione tra lo sviluppo incessante delle forze produttive e il progressivo rimanere indietro dei rapporti di produzione. Così vediamo i passi avanti meravigliosi del progresso tecnologico in questi ultimi cinquant’anni, mortificato però dal suo utilizzo borghese, dal fatto che in questa società la Tecnologia, come la stessa classe operaia, è solo un mezzo per produrre i profitti dei capitalisti. Questa contraddizione tra enorme sviluppo tecnologico e rapporti di produzione che restano capitalistici, sarà rotta dalla rivoluzione socialista che permetterà alla scienza e alla tecnologia sviluppi giganteschi e finalmente a vantaggio di tutta l’umanità.

Anche il Fascismo riconosceva la lotta di classe. Riteneva di poterla superare attraverso il Corporativismo ed il riconoscimento della funzione sociale della proprietà privata e dei sindacati fascisti dipendenti dalla Camera dei Fasci e delle Corporazioni. Lo stesso Mussolini riconobbe che la socializzazione era appena agli inizi e per questo giocò la carta dell'entrata in guerra ritenendo che quella che gli sembrava una facile vittoria gli avrebbe consentito di consolidare il suo potere e di liberarsi degli ostacoli che lo bloccavano sulla strada delle riforme.

Il fascismo nasce dal socialismo e si prefissava di abbattere le differenze di classe, tanto che addirittura Stalin, che il diavolo se lo tenga stretto, lo riconosceva e rispettava come movimento rivoluzionario molto simile al (suo) comunismo. Tuttavia i fascisti non hanno saputo che essere i cani da guardia della borghesia che li sopportava in quanto tenevano a bada i lavoratori che rivendicavano i loro diritti. All'inizio, da bravi cani da guardia attendevano educatamente gli ossi gettati dai borghesi, poi son diventati essi stessi un movimento borghese con spiccate attitudini guerrafondaie.

Quante volte sentiamo dire «la lotta di classe» non c’è più? Non esistono più le classi sociali? Non ci sono più una destra e una sinistra? Dov’è oggi l’operaio? A che servono i sindacati? Come si può pretendere oggi un posto fisso per la vita? E poi, che noia il posto fisso!». Eccetera. Tutte falsità, perché la lotta di classe esiste tutt’ora. Mai infatti il capitale ha messo al lavoro tanti milioni di persone come oggi con l’estensione dell’economia mondializzata. Mai come oggi l’innovazione tecnologica ha permesso di ridurre il lavoro degli uomini su ogni segmento del produrre, aumentandone la produttività, non già per liberare il lavoratore dalla fatica ma per ridurne il costo al produttore.

La critica di Marx è vivissima proprio perchè siamo ancora nel capitalismo, benchè nel suo stadio più putrescente quale è l'imperialismo. Il comunismo non è un ideale, ma il movimento reale che abolisce lo stato di cose presenti: il comunismo in un certo senso c'è già materialmente, Marx diceva che il capitalismo è gravido di comunismo, lo contiene. Il capitalismo ha creato la grande industria, la produzione è già sociale, milioni di uomini che cooperano, ma l'appropriazione resta privata.


Articolo letto: 934 volte
Categorie: Cultura, Economia, Editoria, Lavoro, Politica


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensi della lotta di classe?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Savino

17/02/2015 10:44:52
I veri comunisti sono quelli che parlano di diritti, di stipendi sicuri, di idealismi alla folla quando poi tornano a casa e trovano piatti pregiati con cui sfamarsi a differenza della folla con cui hanno appena finito di interagire. Cari compagni questo mondo e' fatto di cose vere, chi merita ha' chi non merita non ha.
7

Diego

17/02/2015 10:44:37
Destra è sinonimo di morte e fascismo e razzismo e nazismo e dittatura e sfruttamento dei proletari e disboscamento delle foreste per far spazio ai pascoli mcdonald's per favorire gli industriali capitalisti e guerra mentre sinistra è per la libertà e la democrazia guardate ad esempio con il governo Prodi che eravamo tutti ricchi e avevamo macchine di lusso mentre adesso siamo poveri.
10

Gerardo

17/02/2015 10:44:19
Il comunismo è il male assoluto del mondo! Ovunque sia andato, ha portato morte e distruzione. Comunismo 100 milioni di morti! Il comunismo nega la crescita dell’uomo, il comunismo nega la proprietà privata. Gli stati che hanno subito il comunismo, sono culturalmente ed economicamente arretrati ai paesi occidentali
4

Mario

17/02/2015 10:44:07
Certo che la lotta di classi sociali esiste ancora. Classe sociale è la strutturazione gerarchica di uno strato della popolazione in un sufficientemente omogeneo raggruppamento, sia economico che culturale. Quella marxiana, intendente per classe un insieme di individui che hanno lo stesso rapporto con i mezzi di produzione è ancora oggi vigente. Nella successiva e attuale tradizione marxista, al concetto di classe si legano la coscienza di classe e la lotta di classe.
7

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook