Processo Olgettine, vergogna al Senato: negato uso intercettazioni di Berlusconi! M5s accusa il Pd ..

Venezia
06:40 del 21/07/2016
Scritto da Samuele

Processo Olgettine, vergogna al Senato: negato uso intercettazioni di Berlusconi! M5s accusa il Pd ..

Il voto è stato a scrutinio segreto. Zanda, capogruppo dem: “Certo che noi abbiamo votato per ok all’utilizzo. Meno certo che altri gruppi, che erano su questa posizione, l’abbiano poi mantenuta nell’urna”.

L’Aula del Senato, con voto a scrutinio segreto, non ha dato l’autorizzazione all’utilizzo di intercettazioni telefoniche traSilvio Berlusconi e le cosiddette “olgettine“. I voti favorevoli sono stati 120, i contrari 130 e 8 gli astenuti. La giunta per le immunità parlamentari aveva chiesto il via libera all’autorizzazione.

CLICCA MI PIACE PER SEGUIRCI SU FACEBOOK!

Il processo. Il fascicolo oggetto del voto in Senato contiene 12 intercettazioni tra l’ex premier e due ‘Olgettine’ e aveva subito in Giunta un iter travagliato. Le intercettazioni sono relative al 2012, quando Berlusconi era deputato. Il gip di Milano ha ritenuto di inviare le carte al Senato, cioè all’ultima Camera dove Berlusconi è stato parlamentare, perché l’inchiesta su Ruby Ter (dove l’ex Cavaliere è accusato di corruzione di testimone) è stata formalizzata nel 2013 quando era senatore. Le intercettazioni resteranno comunque agli atti del procedimento Ruby Ter ma potranno essere utilizzate dai pm come prove a carico soltanto nei confronti delle ragazze e non dell’ex premier.

Per il gip Stefania Donadeo, che lo scorso primo ottobre aveva accolto la richiesta del procuratore aggiunto Pietro Forno e dei pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, quelle telefonate “appaiono rilevanti” nell’ambito dell’inchiesta con al centro il reato di corruzione in atti giudiziari, perché dimostrerebbero le “trattative” per elargire “alle due donne somme di denaro” e regalare loro “immobili” in cambio di una sorta di “lealtà processuale”. Il procedimento è in fase di udienza preliminare con la prossima udienza fissata per il 3 ottobre.


Il Patto del Nazareno è risorto. La prima gallina che canta ha fatto l’uovo e la prima gallina che canta ha fatto l’uovo”.ha detto il senatore M5s Nicola Morra. E sull’affare Giarrusso il gruppo al Senato ha commentato: “Il voto è stato solo posticipato per l’assenza dell’interessato e noi siamo pronti a esprimerci a favore del processo a suo carico. Di quale accordo stiamo parlando?”.

La senatrice M5s Sara Paglini ha pubblicato su Facebook la foto del tabellone del Senato dove si vede chi ha chiesto il voto segreto: si tratta di parlamentari di Ala, Pd e gruppo Misto.

“Il Pd con il voto segreto salva Berlusconi e prova a puntellare la sua sempre più scricchiolante maggioranza. Un modo subdolo, dando la colpa ad altri come già accaduto in altre occasioni, giocato sulla pelle della Giustizia, per provare ad assicurarsi anche un comportamento benevolo da parte dei berlusconiani e del loro potente sistema mediatico nel referendum costituzionale.  Il patto del Nazareno è risorto”.

fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/20/ruby-ter-senato-non-autorizza-luso-delle-intercettazioni-tra-berlusconi-e-le-olgettine/2920510/


Articolo letto: 644 volte
Categorie: Cronaca, Denunce, Politica


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Olgettine - Processo - Berlusconi - Intercettazioni - Senato - Ruby - Ruby Ter -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook