Nuova giornata del processo contro Massimo Bossetti e nuove rivelazioni. Il 23 settembre, sono stati chiamati a deporre gli investigatori

Brescia
11:45 del 24/09/2015
Scritto da Carla

Processo Bossetti - Nuova giornata del processo contro Massimo Bossetti e nuove rivelazioni. Il 23 settembre, sono stati chiamati a deporre gliinvestigatori. La testimonianza chiave è stata quella del colonnelloMichele Lorusso dei Ros di Brescia. L'uomo ha ricordato come il giorno in cui Massimo Bossetti fu arrestato, tentò subito la fuga. "Il nostro personale in borghese ha finto di cercare un extracomunitario, ma l'imputato ha capito e ha cercato di fuggire", ha ricordato davanti al giudice. Un dettaglio questo che, inevitabilmente, aggrava la posizione del muratore di Mapello.

Processo Bossetti - Il cellulare - Sono anche altri però, gli elementi di grande importanza emersi nel corso della giornata. Secondo le analisi sul cellulare di Bossetti, l'uomo, il giorno dell'omicidio, si sarebbe trovato a Brembate per un ampio arco di tempo, verso le 19. Quell'arco di tempo che corrisponderebbe a quello della scomparsa di Yara. Il muratore ha sempre sostenuto di trovarsi da quelle parti perché doveva andare dalcommercialista, ma è stato poi provato che non si presentò mai all'appuntamento. Inoltre Bossetti non rispose mai alle numerosechiamate del fratello che lo cercava.

Processo Bossetti - Le perquisizioni - Dopo l'arresto, gli inquirenti hanno perquisito la casadi Bossetti e qui hanno trovato dei documenti legati alla contabilità, nel sottotetto. Due bolle d'accompagnamento però erano nel comodino della camera da letto. E una risale proprio a quel 26 novembre 2010, giorno della scomparsa di Yara, anche se dal commercialista l'imputato non ci è mai stato. E il mistero s'infittisce


Articolo letto: 669 volte
Categorie: Cronaca


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Carlo

24/09/2015 11:53:27
Ancora siamo alla fase delle chiacchiere. Ancora non è stata portate all'attenzione della corte nessuna prova tangibile, solo illazioni e casualità travestite da elementi di prova.....Con quello che si è detto in aula fino ad ora poteva finire in galera chiunque.....Povera Yara, meritavi più tutela da viva e più serietà da morta.
5

Ricerche correlate

Yara - Omicidio - Suicidio - Cronaca - Brescia -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook