Ci voleva proprio... In Cina da sempre la medicina tradizionale cinese e quella occidentale convivono fianco a fianco negli ospedali. E non sono affatto cure alla ricotta, ma discipline antiche ed efficaci che possono essere di ausilio a quelle che vengono praticate nei nostri ospedali. Bisognerebbe informarsi prima di criticare.

Grosseto
07:30 del 07/10/2016
Scritto da Luca

Ci voleva proprio... In Cina da sempre la medicina tradizionale cinese e quella occidentale convivono fianco a fianco negli ospedali. E non sono affatto cure alla ricotta, ma discipline antiche ed efficaci che possono essere di ausilio a quelle che vengono praticate nei nostri ospedali. Bisognerebbe informarsi prima di criticare.

Finalmente una iniziativa che mira a unire la tradizionale medicina con quella naturale.Il primo ospedale”alternativo”Italiano nasce in Toscana.Ecco dove

Questa struttura si trova in provincia di Grosseto ed è l’ ospedale “Petruccioli” di Pitigliano.

Il Petruccioli è il primo nosocomio europeo di “medicina integrata», ovvero cura i pazienti alternando, secondo le esigenze, le cure tradizionali a quelle complementari, come omeopatia, agopuntura e fitoterapia e discipline bionaturali come yoga, shiatsu (tutte quelle pratiche legate ai massaggi e alla ginnastica orientali per migliorare la qualità della vita ), e suono-terapia (suoni naturali studiati appositamente per rilassare il paziente). Ci sono infatti studi scientifici che dimostrano che, musica e suoni ben calibrati, abbattono lo stress e contribuiscono alla guarigione.

A Pitigliano infatti vi sono alcuni medici specializzati nelle medicine alternative. “Che non opererano in autonomia, ma in perfetta integrazione con gli altri colleghi della medicina tradizionale.

Contrariamente a come si potrebbe pensare, sono stati molti i consensi (specialmente politici) per l’integrazione della medicina alternativa a quella tradizionale. La Regione Toscana ha saputo unire Università e ospedale per ricondurre omeopatia, fitoterapia, agopuntura nel posto che gli è dovuto nell’ambito della medicina.
Agli albori di questo progetto, per far sì che esso si realizzasse nel migliore dei modi, la Regione erogò un primo finanziamento di circa 1,3 milioni di euro.


In tutto il mondo esistono strutture del genere, ma questo ospedale mira a qualcosa di speciale.Lo scopo di Pitigliano è anche quello di avviare sperimentazioni utili a misurare l’efficacia di queste medicine in termini di miglioramento della qualità della vita e di miglioramento della salute dei pazienti/cittadini, in particolar modo di quelli affetti da malattie croniche, chiamate così proprio perché inguaribili con la sola medicina convenzionale.

Inoltre pazienti che vi vengono ricoverati hanno libertà di scelta, in accordo con i medici ospedalieri che li seguono, possono decidere se seguire solo la terapia tradizionale o integrarla con le medicine complementari.
Tutto ciò si svolge ovviamente nell’ambito della legalità: esiste infatti una legge regionale (la n. 9 del 2007), la quale garantisce il principio della libertà di scelta terapeutica del paziente e la libertà di cura del medico, e tutela l’esercizio delle medicine complementari. In particolarela legge riconosce omeopatia, agopuntura e fitoterapia come parte integrante del Servizio sanitario regionale.

Per quali malattie bisogna rivolgersi a questo ospedale?

E’ possibile rivolgersi alla struttura di Pitigliano per il trattamento di malattie reumatiche croniche, per gli esiti di traumi e di ictus, la riabilitazione ortopedica e neurologica, la cura della psoriasi e per le dermatiti allergiche, per l’asma e l’insufficienza respiratoria, per le patologie gastrointestinali, per contenere gli effetti collaterali della chemioterapia e della radioterapia in oncologia e nella terapia del dolore cronico e nelle cure palliative.

Contatti ospedale “Petruccioli” di Pitigliano

GUARDA QUI –→ VIDEO

Centralino ospedale Tel: 0564 618111
Centro di Medicina Integrata – Accoglienza : 0564 618281


Articolo letto: 512 volte
Categorie: Cronaca, Salute


Domanda Rank Italia
Cosa ne pensate della medicina alternativa?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Alfonsina

07/10/2016 16:17:16
Si la scelta della medicina alternativa è positiva però su malattie lievi, non su patologie e casi rari..
Però non è detto che su qualcosa funziona.
Comunque complimenti allo staff se si arriva a qualcosa che non nuoce come le terapie che conosciamo tanto di cappello.. forse è giusto combinare entrambi come si legge nell'articolo.Bravi
6

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook