La storia di Don Luca Morini, noto come Don Euro, era finita in televisione, segnalata dal programma 'Le Iene', dando il via alle indagini.

Massa Carrara
06:30 del 25/09/2017
Scritto da Samuele

Se avete un parente o un nipote disoccupato invece di dare I soldi alla chiesa dateli a loro li aiuterete di piu'! Pagate le tasse con il Vostro stipendio poi la chiesa vuole le offerte poi il lavavetri vuole le offerte, I rom chiedono la carita' e il parcheggiatore abusivo vuole gli euro altrimenti ti spacca la faccia o la macchina, etc etc quindi chi viene per prima a succhiare I Vostro soldi? Il governo poi le tasse poi la chiesa e poi tutto il resto......

Secondo le dichiarazioni Don Euro era solito chiedere denaro contante o assegni.


La procura ha deciso di stabilire un sequestro provvisorio di 700mila euro e pietre preziose per un valore pari a 150mila euro mentre la congregazione del clero si riunirà per decidere il futuro della sua attività di parroco, ruolo da cui è stato sospeso. Sle forze dell'ordine sarebbe coinvolto nella vicenda anche il vescovo della diocesi Giovanni Santucci. 

La storia di Don Luca Morini, noto come Don Euro, era finita in televisione, segnalata dal programma 'Le Iene', dando il via alle indagini. Subito dopo la messa in onda di filmati a luci rosse e di rivelazioni da parte di una escort i fedeli della parrocchia avevano denunciato gli strani comportamenti del prelato alla Procura di Massa Carrara. Così erano scattate le accuse di appropriazione indebita e truffa.


Articolo letto: 332 volte
Categorie: , Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook