Prete: "Dio mi suggeriva di mettere incinte donne sposate" | Pastore protestante in manette

Brindisi
12:05 del 29/11/2014
Scritto da Gerardo

Il problema più grande della Chiesa Cattolica nel mondo, al giorno d’oggi, è intervenire, ma soprattutto prevenire, gli episodi di natura ipersessuale dei propri sacerdoti. Per capire questo fenomeno prima di tutto bisogna capire il motivo che spinge i preti a fare delle cose davvero inquietanti. Molte persone con disturbi sessuali parafiliaci (la pedofilia è una parafilia) si convincono che il clero sia un posto in cui stare al riparo dalle proprie pulsioni deviate. Insomma dire "i pedofili sono persone cattivissime che si fanno preti proprio per avere modo di abusare liberamente di bambini" suona tanto bene ma è una cavolata. Piuttosto "i pedofili sono degli sfigati e vedono nella castità imposta al clero un'ancora di salvezza, un posto dove stare in pace". Per questo la Chiesa Cattolica dovrebbe fare un buon lavoro per capire le persone prima di ordinarle e trovandosi di fronte a casi del genere indirizzarli verso servizi meglio competenti ad aiutarli (o ai carabinieri nel caso abbiano già commesso abusi). Purtoppo però, sarà per la crisi di vocazioni, la chiesa è restia a compiere questi passi e preferisce perdersi in altre diatribe. 

L’episodio che vogliamo analizzare oggi è davvero inquietante. Timothy Ngwu, pastore protestante cinquantatreenne, è stato arrestato dalla polizia per aver “ingravidato” donne sposate e diverse ragazze molto giovani. Il sacerdote si è giustificato con le autorità locali spiegando che era stato lo spirito santo in persona a suggerirgli di abusare sessualmente delle proprie fedeli. L’accaduto è venuto alla luce dopo la denuncia alla polizia dell’ex moglie del pastore, accusando l’uomo di numerosi stupri e violenze sessuali su più donne.

Il sacerdote si difende sostenendo che tutte le sue azioni sono state in realtà dettate da Dio e soprattutto non ci sia stata nessuna violenza perché tutti i rapporti avuti sono stati consenzienti. Altrettanto bizzarra la dichiarazione di giustificazione riguardo le donne sposate: “ non ho commesso nessun peccato contro di loro, perché anche i loro mariti hanno dato la loro approvazione in merito”.

Ora, senza fare ironia sull’accaduto, ma può mai un pastore della Chiesa commettere questi atti? C’è da dire che però la Chiesa Protestante è molto diversa da quella Cattolica. Infatti, i pastori protestanti possono liberamente sposarsi e rinunciare alla loro vita di castità. Questi episodi però devono finire perché non è possibile che su una grande percentuale di violenze sessuali su donne la maggior parte arrivi da enti religiosi.


Articolo letto: 820 volte
Categorie: Curiosità, Denunce, Editoria


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Prete adultero -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook