Problema al bancomat: rischio ritiro contanti 1 e 2 agosto a causa di uno sciopero nazionale

Venezia
08:31 del 29/07/2019
Scritto da Gregorio

PRELIEVI BANCOMAT AGOSTO 2019 BLOCCATI - «Bancomat bloccati: nessun prelievo di contanti disponibile». Una frase del genere rievoca ancora in tutti gli europei il ricordo della crisi greca. In un popolo poi come l’Italia, ancora così riluttante ai pagamenti elettronici, il cash resta il principale strumento di scambio per le transazioni. Ecco perché sta destando serio timore la notizia che ad agosto i bancomat potrebbero essere bloccati. In particolare, l’impossibilità di ritirare i contanti riguarderà solo i primi due giorni del mese. Per fortuna, la causa non sarà legata al più volte paventato default del nostro Stato: la ragione dell’indisponibilità di contanti alle macchine ATM potrebbe derivare dall’imminente sciopero indetto dai trasportatori di valuta per l’1 e il 2 agosto. Ciò potrebbe privare le banche del quantitativo minimo di carta moneta necessaria a soddisfare i prelievi.

PRELIEVI BANCOMAT AGOSTO 2019 BLOCCATI -Dall’altro lato, si teme che proprio questa notizia potrebbe portare, in questi giorni, a un eccessivo accaparramento di contanti, cosa che porterebbe le stesse banche a dover “stringere” i rubinetti qualche giorno prima o quanto meno ridurre la possibilità di prelievo oltre un tetto massimo.


PRELIEVI BANCOMAT AGOSTO 2019 BLOCCATI -Insomma, la fobia di rimanere senza carta nel portafogli ci potrebbe far dimenticare che, a volte, la stessa carta bancomat può essere utilizzata come mezzo di pagamento. Né è possibile, in base all’attuale legge, che un commerciante neghi l’utilizzo del Pos per importi superiori a 30 euro.

Ad inizio luglio erano iniziati a circolare i primi rumors sulla possibilità di sciopero dei portavalori ma solo da poche ore è giunta l’ufficialità della notizia. Alcune banche, come ad esempio Intesa San Paolo, hanno già comunicato ai propri clienti il rischio che lo sciopero abbia ripercussioni sulla possibilità di ritiro contante all’ATM. A rischio sarebbe soprattutto l’erogazione della pensione visto che lo sciopero cade nei giorni del pagamento pensioni di agosto.

Non significa, ovviamente, che la pensione di agosto non sarà regolarmente accreditata sul conto secondo i tempi ma che, fintanto che durerà lo sciopero, il titolare potrebbe essere impossibilitato al ritiro della stessa. E’ vero che sono solamente due giorni ma, come abbiamo visto quando diamo informazioni circa il primo giorno bancabile del mese, questo slittamento nel ritiro pensione potrebbe mettere in difficoltà chi non ha risparmi da parte e conta sull’accredito mensile per le spese. Per via dello sciopero potrebbero risultare più complicati anche i trasferimenti di denaro dei correntisti che operano tramite bancomat o carte di credito in aree in cui i pagamenti tendono già ad essere meno agevoli.


Articolo letto: 373 volte
Categorie: , Economia


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook