Sei ansioso/a?Vai spesso in panico?Con questo antico esercizio di respirazione fermerai l’ansia all’istante!Si tratta di una antica tecnica PRANAYAMA.

Bologna
07:00 del 08/11/2018
Scritto da Gregorio

L’ansia è una delle diagnosi più comuni nel mondo, sempre più persone ne soffrono e accostano ad essa evidenti attacchi di panico.

Al centro della maggior parte degli attacchi di ansia, però, c’è il respiro, o la mancanza di esso. Quando si è in ansia, la respirazione naturale è inibita. Il diaframma si blocca, non riuscendo a spostare l’aria verso il basso durante l’inspirazione, il che significa che non si lascia ai polmoni la possibilità di espandere e questi si riempiono d’aria.

Quando non si ha abbastanza ossigeno, il cervello riceve un segnale di “pericolo”, che perpetua il tuo stato mente-corpo di ansia”, spiega Jonathan Davidson, MD, direttore del Programma di Ansia e Stress Traumatici al Duke University Medical Center . “Il tuo respiro accelera e diventa ancora più superficiale; in un caso estremo questo può portare a un attacco di panico conclamato, in cui la persona comincia a iperventilare.”

Quindi, in base a ciò che è stato sopra riportato, per controllare l’ansia basta controllare il respiro. E per fare questo esiste un’antica tecnica PRANAYAMA.

La tecnica pranayama

La parola pranayma infatti racchiude due significati insieme: “prana” che significa energia, forza vitale e “ayama” che significa controllo del respiro.

Il principale protagonista di questa tecnica è il naso, il quale è direttamente collegato al cervello e al sistema nervoso.
Si tratta in pratica di una respirazione a narici alternate, che è particolarmente indicata per l’ansia perché in grado di bilanciare l’emisfero destro e sinistro del cervello, e calmare i nervi.

Uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association ,del Centro dell’Università di Boston per i Disturbi d’Ansia Correlati, ha scoperto che la lenta respirazione diaframmatica si è dimostrata altrettanto efficace nel ridurre l’ansia come l’imipramina del farmaco antidepressivo!


Nonostante ciò questo non vuole essere un consiglio o un incitamento a sospendere o interrompere qualsiasi aiuto professionale o farmaco, come già indicato dal vostro medico.
La pratica del pranayama può essere praticata anche in aggiunta ad una cura, la renderebbe sicuramente più efficace.

Oltre a bloccare l’ansia all’istante, la pratica del pranayama induce gli organi ad una corretta digestione ed eliminazione. E’ indicato fare questa pratica al mattino prima della colazione, ma può anche essere fatto per tutto il giorno, se necessario.

 Come si effettua la pratica del pranayama: la respirazione a narici alternate.

  • Trova un posto tranquillo e siediti in una qualsiasi posizione ti sia confortevole. Rilassa il tuo corpo e respira naturalmente per qualche istante, permettendo alla tua mente e al tuo corpo di stabilizzarsi.
  • Appoggia la mano sinistra sul grembo o sul ginocchio.
  • Fai un “segno di pace” con la mano destra. Piega le due dita estese verso il palmo della mano. Posiziona il pollice delicatamente sulla tua narice destra e il tuo dito anulare delicatamente sulla tua narice sinistra.
  • Chiudi gli occhi e inizia dolcemente a chiudere la narice destra (con il pollice destro), inspirare lentamente e profondamente, senza interruzioni, con dolcezza e senza sforzo attraverso la narice sinistra.
  • Chiudi la narice sinistra (con il dito anulare) e apri la narice destra. Espirare attraverso la narice destra e poi inalate attraverso la narice destra.
  • Chiudi la narice destra e rilascia la sinistra. Espirare attraverso la narice sinistra.
  • Questo completa un ciclo, ma puoi continuare a proseguire per tutto il tempo che desideri. Per avere un effetto calmante ti suggerisco di proseguire per 3-5 minuti.
  • Quando hai finito: rilassa entrambe le braccia lungo i fianchi, siediti e respira naturalmente per qualche istante prima di aprire gli occhi e iniziare la tua giornata.

Se vuoi, puoi decidere di trattenere il respiro tra le parti contando fino a 4. Ad esempio: inspira con la narice sinistra, chiudi entrambe le narici e trattieni il respiro per 4 secondi, poi espirare attraverso entrambe le narici. Prosegui così, prima da un lato e poi dall’altro.

Da: QUI


Articolo letto: 62 volte
Categorie: , Salute, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook