Ricostruzione post terremoto L'Aquila: 4 indagati, avrebbero fatto fatture false per ottenere dei contributi

L Aquila
11:49 del 25/12/2014
Scritto da Gerardo

Ogni violento terremoto lascia dei segni profondi in una popolazione che, all'improvissio, si ritrova senza più certezze. Non deve essere facile riprendersi da una botta del genere. E' qualcosa che segnerà per sempre la vita di chi ha vissuto quegli interminabili momenti ed è riuscito a sopravvivere.

Purtroppo, in Italia si specula su tutto e così negli anni ogni volta che è stato necessario ricostruire dei paesi dalle macerie di un sisma criminali senza scrupoli, con l'aiuto di politici e imprenditori collusi, hanno tentato di mettere le Mani sui soldi della ricostruzione, un malcostume cui ormai gli italiani si sono abituati.

A L'Aquila quattro persone sono indagate per truffa ai danni della Regione Abruzzo e per reati tributari. Eseguito un sequestro preventivo nei confronti dei quattro per un valore di circa 400.000 euro. L'impresa di uno degli indagati, al fine di ottenere dei contributi dalla Regione, avrebbe inoltrato alla Regione stessa fatture che si riferivano ad operazione in parte o del tutto inesistenti.


Articolo letto: 713 volte
Categorie: Cronaca, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook