Ci siamo lasciati alle spalle i lauti pranzi natalizi e in frigo è rimasto qualche avanzo appetitoso che ci strizza l'occhio e che aspetta solo di diventare protagonista di una nuova ricetta fantasiosa!

Cagliari
11:00 del 05/11/2018
Scritto da Carla

Ci siamo lasciati alle spalle i lauti pranzi natalizi e in frigo è rimasto qualche avanzo appetitoso che ci strizza l'occhio e che aspetta solo di diventare protagonista di una nuova ricetta fantasiosa! Se come noi amate le ricette svuotafrigo, queste polpette di bollito e ricotta faranno al caso vostro. Un po’ di bollito usato per realizzare il brodo dei cappelletti non manca mai e qui vi proponiamo un modo per renderlo ancora più appetitoso. Gli ingredienti per una ricetta vincente ci sono tutti: una panatura croccante e un cuore cremoso avvolto da un morbido impasto. In un baleno avrete realizzato degli appetizer perfetti da offrire in occasione di un buffet informale tra amici oppure semplicemente da gustare come antipasto per concedervi un piccolo sfizio. Quindi mettete in moto la vostra fantasia e ricordate che ogni avanzo non è mai perso se lo si può riutilizzare con un pizzico di creatività!

Ingredienti per 15 polpette

Biancostato di manzo 450 g Ricotta di pecora 120 g Parmigiano reggiano 80 g Uova (circa 1 ) 65 g Pangrattato 50 g Prezzemolo 7 g Sale fino q.b. Pepe nero q.b.

PER LA PANATURA

Farina di pistacchi 130 g Uova medie 3 g

PER FRIGGERE

Olio di semi q.b.

Come preparare le Polpette di bollito e ricotta

Con il lesso di biancostato avanzato dalle vostre cene (1), cominciate a preparare l’impasto per le polpette di bollito e ricotta. Eliminate l'osso dalla carne, ne otterrete così circa 400 g. Tagliate i pezzi di lesso, tritandoli con cura al coltello (2-3).

Trasferite il trito in una ciotola e aggiungete l’uovo (4), il parmigiano (5), il pangrattato (6) e mischiate per bene il tutto.

Tritate finemente il prezzemolo e aggiungetelo all’impasto (7). Salate l’impasto ottenuto (8) e lavoratelo con le mani. Prelevate circa 30 g d’impasto, stendetelo delicatamente sul palmo della mano (9) e ponetevi al centro circa 10 g di ricotta di pecora (10). Chiudete la polpetta dandole una forma rotonda e assicurandovi che il ripieno sia ben sigillato all'interno (11): con queste dosi otterrete circa 15 polpette. Ora versate in una ciotola la farina di pistacchi e in un'altra sbattete le uova; passate ciascuna polpetta prima nella farina di pistacchi (12), poi nelle uova (13) e per finire ancora nella farina di pistacchi (14). Ora le vostre polpette sono pronte per essere fritte (15).

Immergetele in abbondante olio già caldo a circa 170 gradi (16) e cuocetele per un paio di minuti o finché non risulteranno dorate. Scolatele (17) su carta per fritti, salate, pepate a piacere e servite le vostre polpette di bollito e ricotta ben calde (18)!

Conservazione

Conservate le polpette di bollito e ricotta in frigorifero e consumatele entro un giorno. Sconsigliamo la congelazione.

Consiglio

Per realizzare queste polpette di bollito e ricotta utilizzate carni lesse di qualsiasi tipo: pollo, gallina, carne di manzo per bollito, cappone. Riempitele pure con gorgonzola o un formaggio a pasta filata di vostro gradimento.

Giallozafferano

 


Articolo letto: 33 volte
Categorie: , Cucina


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook