PESTE SUINA AFRICANA COS'E' - In Asia di recente sono morti moltissimi maiali per colpa dell‘epidemia di peste africana detta anche Psa.

Catanzaro
09:57 del 18/07/2019
Scritto da Carmine

PESTE SUINA AFRICANA COS'E' - In Asia di recente sono morti moltissimi maiali per colpa dellepidemia di peste africana detta anche Psa. Essa è una malattia virale che colpisce sia i maiali che i cinghiali selvatici, è molto contagiosa e non esiste alcun vaccino o cura. Il problema è che tale malattia si sta diffondendo con rapidità anche in Europa.

PESTE SUINA AFRICANA COS'E' -La psa, detta anche peste suina africana, è una malattia virale solitamente letale ed estremamente contagiosa. La fortuna è che essa non si trasmette agli esseri umani anche se le mutazioni potrebbero diventare pericolose. Si manifesta con febbre molto alta, emorragie interne, inappetenza e mobilità ridotta.

Tutto ciò, purtroppo, porta l’animale alla morte in molti casi.

La peste suina africana fu individuata nel 1957 per la prima volta al di fuori dell’Africa. Al giorno d’oggi, però, come comunica il noto sito lifegate.it si sta espandendo sempre più velocemente ed in una forma più virulenta. La Fao sostiene che, purtroppo, tale problema è sottostimato nonostante sia una seria minaccia anche per la sicurezza alimentare.


PESTE SUINA AFRICANA COS'E' -Endemica dell’Africa sub-sahariana, la Psa fu individuata per la prima volta fuori dal continente africano nel 1957, in Portogallo. Oggi però si sta espandendo con una rapidità e una virulenza mai riscontrate. In tutto il mondo, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità animale, sono attualmente in corso circa seimila epidemie di Psa, che dopo aver colpito gravemente l’Asia si sta lentamente diffondendo in Europa, suscitando ansia tra gli allevatori del Vecchio continente. La Fao ritiene che l’effettiva portata del problema sia probabilmente sottostimata e ha definito la malattia che colpisce i suini una “seria minaccia alla sicurezza alimentare”.

Come si diffonde la peste suina africana

Gli effetti della Psa sono simili a quelli della peste suina classica, i sintomi includono febbre, perdita di appetito, debolezza, aborti spontanei ed emorragie interne e i ceppi più aggressivi causano la morte dell’animale entro dieci giorni.  La malattia può essere trasmessa attraverso il contatto diretto con animali malati, tramite morsi di zecche infette o l’ingestione di carni o prodotti a base di carne di animali infetti. “La circolazione di animali infetti, i prodotti a base di carne di maiale contaminata e lo smaltimento illegale di carcasse sono le modalità più rilevanti di diffusione della malattia”, si legge sul sito dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Il virus è molto resistente e può sopravvivere per diversi anni nelle carcasse congelate, proprio l’esportazione di carne di maiale infetta ha provocato l’espansione transfrontaliera della malattia.


Articolo letto: 137 volte
Categorie: , Ambiente, Esteri, Scienze


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook