Il Natale è una delle feste più attese per molte persone, poiché in quel giorno possono incontrarsi con le loro famiglie e stare insieme festeggiando, ridendo e scherzando. 

Torino
05:00 del 27/11/2017
Scritto da Carmine

TI SEI MAI CHIESTO PERCHÈ SI FA L’ALBERO DI NATALE?COSA C’ENTRA QUESTA RAPPRESENTAZIONE CON LA NASCITA DEL BAMBINO GESÙ?QUAL’È IL VERO SIGNIFICATO?

Il Natale è una delle feste più attese per molte persone, poiché in quel giorno possono incontrarsi con le loro famiglie e stare insieme festeggiando, ridendo e scherzando. Due delle cose che sono sempre presenti a Natale sono il presepe e  l’albero di Natale.

Dando per scontato il significato del presepe, il quale rappresenta la nascita del bambino Gesù, ti sei mai chiesto cosa rappresenti l’ albero di Natale? Qual’è il suo vero significato?

Di seguito sveliamo questo “Mistero”.

Il vero significato dell’albero di Natale

Nei tempi antichi, i tedeschi erano convinti che sia la Terra che gli astri pendevano da un gigantesco albero, il Divino Idrasil o Albero dell’Universo, le cui radici erano nell’inferno e nella sua punta, nel cielo. Loro, per celebrare il solstizio d’inverno, che si verifica in questo momento nell’emisfero settentrionale, decorarono una quercia con delle torce (che stavano a rappresentare gli astri) e ballarono intorno ad essa.


Intorno all’anno 740, San Bonifacio, l’evangelizzatore della Germania e dell’Inghilterra, abbatté la quercia che rappresentava Dio Odino e la sostituì con un pino, il simbolo dell’amore eterno di Dio. Questo albero era adornato con mele (che per i cristiani rappresentano tentazioni) e candele (che simboleggiano la luce del mondo e la grazia divina). Essendo una specie perenne, il pino è il simbolo della vita eterna. Inoltre, la sua forma triangolare rappresenta la Santissima Trinità.

Nel Medioevo questa usanza si diffuse in quasi tutto il mondo e, fu esportata anche in America dopo la conquista.

Il primo albero di Natale, decorato come lo conosciamo oggi, fu visto in Germania nel 1605 e fu usato per acclimatare la vacanza in un clima freddo. Da quel momento iniziò la sua diffusione: in Spagna arrivò nel 1870, in Finlandia nel 1800 e nel castello di Windsor, in Inghilterra, fu visto per la prima volta nel 1841, dalla mano del principe Alberto, il marito della regina Vittoria.

Albero di Natale: Cosa significa ciascun ornamento?

Tutto è cambiato nel corso degli anni e quelle mele e candele usate come ornamento nell’ antichità oggi sono state sostituite da sfere decorate, ghirlande e luci colorate. Ecco il significato di ciascun ornamento:

-Le “palle”. Rappresentano i doni che Dio dà agli uomini. Quelle blu simboleggiano il pentimento, quelle rosse le richieste che vogliamo fare a Dio, e quelle d’argento il ringraziamento a Dio.

-La stella. Di norma va posta sulla punta dell’ albero. Essa rappresenta la fede che guida la nostra vita, così come rappresentò la guida per i Re Magi verso il bambino Gesù.

-Ghirlande e festoni. Rappresentano l’unione familiare e la presenza dei nostri cari attorno a tutti questi doni.

-Angeli. Sono i messaggeri tra noi e il cielo e hanno il compito di proteggerci, quindi non possono mancare nel albero.

-Le luci. Non importa il colore o se si accendono e spengono. Hanno un significato, ed è per illuminare il nostro cammino nella fede.

Da: Jeda


Articolo letto: 507 volte
Categorie: , Cultura, Curiosità


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Albero - Albero di Natale - Natale 2017 - feste - festività -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook