Casette Ikea e campeggi green: l'ultima frontiera dell'accoglienza. L'idea è venuta alla Croce rossa per ospitare il numero crescente di migranti che stazionano negli hub della penisola, ossia nei centri di accoglienza temporanei, e ovviare alla penuria di spazi idonei.

Torino
08:40 del 18/07/2017
Scritto da Gregorio

Casette Ikea e campeggi green: l'ultima frontiera dell'accoglienza. L'idea è venuta alla Croce rossa per ospitare il numero crescente di migranti che stazionano negli hub della penisola, ossia nei centri di accoglienza temporanei, e ovviare alla penuria di spazi idonei.

Qualche mese fa infatti a Lavagna, in provincia di Genova, l'amministrazione non aveva escluso l'impiego di moduli abitativi per garantire agli immigrati un soggiorno dignitoso. Così a Pontedera dove la prefettura cercava terreni adatti a sistemare casette prefabbricate per l'accoglienza. Così a Pisa e a Novara. La soluzione ora è alla portata di tutti e la Croce Rossa l'ha già testata.


«Per due mesi in primavera nel centro di accoglienza di Settimo Torinese, a Lecce, a Bresso, a Roma e a Lampedusa abbiamo verificato l'unicità di questo progetto della Better Shelter di Stoccolma che è stato possibile grazie a un finanziamento della Fondazione Ikea ha spiegato Ignazio Schintu, responsabile nazionale della logistica di Cri - Vengono già usati dall'Unhcr con successo. Anche noi riteniamo che l'accoglienza non si debba fare nelle tende».

Si tratta di moduli abitativi di 17 metri quadri ciascuno, facili e veloci da allestire, a basso impatto ambientale qualora debbano essere smaltiti, da predisporre adeguatamente per realizzare dei veri e propri camping con moduli separati di bagni e docce. Ogni shelter, così li chiamano, verrà dotato anche di una pompa di calore e al contempo per abbattere i costi energetici la Cri sta anche pensando di montare sopra al tetto di ogni modulo opportuni pannelli solari. La spesa è di mille euro a casetta, più 250 euro per la pompa di calore. Quindi per i 350 moduli, quelli che la Cri intende acquistare, si arriva 437.500 euro più Iva ovviamente. La maggior parte di questi prenotati e predestinati: 100 a Settimo Torinese, 50 a Bresso, 50 a Lecce, altri 50 a Roma da piazzare alla Tendopoli Portuense e 100 in magazzino per eventuali emergenze.


Articolo letto: 522 volte
Categorie: , Denunce, Sociale


Cosa ne pensi?
Accedi oppure Registrati per rispondere.
Risposte - Commenti

Ricerche correlate

Immigrati - profughi - immigrazione - clandestini - PD - Politica - Sociale - ROM -

Sponsors notizia
Banner pubblicità Network informazione

Registrazione GRATIS

Come utente registrato puoi:
  • Pubblicare articoli denuncia su 10 blog;
  • Pubblicare post e segnalazioni;
  • Pubblicare articoli sponsorizzati;
  • Creare Campagne SEO con Textlink e Banner;
  • Pubblicare giudizi e commenti

login con facebook

oppure

Login



oppure

Accedi con facebook

Login



oppure

Accedi con facebook

Rimani sempre aggiornato, seguici su Facebook!
.

ACCEDI GRATIS con FACEBOOK

Per continuare a leggere, ACCEDI GRATIS.

Accedi con facebook